Crotone-Sassuolo, le Fantapills: Ferrari e Politano vanno vicino al goal, ma allo Scida è 0-0

Le Fantapills della sfida tra Crotone e Sassuolo nella 27a giornata di Serie A.

di Gianluca Masciari

Partita a reti bianche allo Scida, tra Crotone e Sassuolo. Gara condizionata dal forte vento, con tutte le trame di gioco disturbate, sia quelle dei giocatori rossoblu che neroverdi. Difficile giostrare palloni alti e scambi ravvicinati. Ecco allora che ne viene fuori una partita molto imprecisa, in cui i calabresi provano a fare qualcosa in più ma senza ottenere i tanto agognati 3 punti. Vediamo ora insieme i protagonisti del match attraverso le nostre Fantapills.

FERRARI: Torna titolare al centro della difesa dopo la squalifica scontata col Cagliari. La sua gara non inizia nel migliore dei modi, nei primi 15 minuti (anche a causa del vento) calcola male un retropassaggio, che innesca Matri solo davanti a Cordaz, per sua fortuna il portiere sbroglia la situazione. Nel secondo tempo va molto meglio, riesce ad anticipare sempre Matri e non corre particolari pericoli. Inoltre è pericoloso con un palo all’80’ su calcio d’angolo, a conferma della sua pericolosità sulle palle da fermo.

– ROHDEN: E’ mancato tanto a questa squadra, la sua è stata un’assenza pesante. Oggi tornava titolare dopo oltre un mese di stop. Fa capire subito come sia importante negli equilibri dei pitagorici. Nel primo tempo, quando ne ha di più, non disdegna inserimenti pericolosi, senza dimenticare l’aiuto a Rosi in fase difensiva. Va anche al tiro da fuori area, ma la traiettoria è ampiamente alta e non spaventa Consigli.

DUNCAN: In una partita come questa è difficile trovare qualcuno che svetti su tutti gli altri, anche Duncan si adegua agli altri 21 in campo, ma nel finale mostra tutta la sua fisicità impensierendo un paio di volte la difesa del Crotone. Anche per lui, mira da rivedere, a dir la verità il vento non favorisce neanche le conclusioni da fuori area.

POLITANO: Non incide sulla partita come ci si aspettava, merito anche di una attenta retroguardia calabrese, che ne limita la libertà d’azione. Qualche spunto interessante lo mette in mostra, creando superiorità e cross sulla sua fascia di competenza. Crea l’occasione più pericolosa dei neroverdi, con un colpo di testa a botta sicura che finisce debole tra le braccia diCordaz.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy