Crotone-Inter, le Fantapills: Falcinelli fa volare il Crotone, D’Ambrosio non basta per l’Inter

Crotone-Inter, le Fantapills: Falcinelli fa volare il Crotone, D’Ambrosio non basta per l’Inter

Le Fantapills della sfida tra Chievo e Inter della 31a giornata di Serie A.

di Gianluca Masciari

Risultato storico in quel dello Scida. Il Crotone batte l’Inter e grazie alla seconda vittoria consecutiva, avvicina la zona salvezza, distante ora solo tre punti. Partita emozionante nella cittadina calabra, il primo tempo è tutto a tinte rossoblu, con i pitagorici che oltre ad andare sopra di due reti sfiorano a più riprese il terzo goal. Secondo tempo di marca nerazzurra, Pioli schiera una squadra a trazione anteriore ma non riesce a recuperare completamente lo svantaggio accumulato. Vediamo ora insieme i protagonisti del match attraverso le nostre Fantapills.

FALCINELLI: Impossibile non partire dall’uomo copertina della sfida. Ormai abbiamo finito gli aggettivi per l’attaccante pitagorico. Glaciale dal dischetto e fenomenale sul secondo goal, condito dal tocco sotto ad Handanovic dopo il contropiede perfetto. Nel secondo tempo, quando la squadra è impegnata a difendersi mostra tutte le sue qualità. Fa salire la squadra e tiene palla nei minuti finali, conquistando diverse rimesse laterali e calci d’angolo.

TROTTA: Qualcosa in lui è scattato, a livello di consapevolezza. Da due partite a questa parte è un altro giocatore. Entra in entrambi i goal di Falcinelli. La sua finta è decisiva per procurare il rigore pitagorico, mentre l’assist di prima per Falcinelli è delizioso e propizia il raddoppio. Nel secondo tempo anche lui aiuta la squadra in difficoltà, l’azione in cui salta 3 giocatori dell’Inter è l’emblema della sua partita.

EDER: Entra nel secondo tempo e prova a dare la scossa ai suoi. Si mostra subito in palla, facendo ammonire Ceccherini in un azione in cui avrebbe potuto involarsi verso la porta di Cordaz. Va al tiro più volte, in uno di questi è sfortunato nel colpire il palo interno, che gli nega la gioia del goal.

HANDANOVIC: Uno dei meno peggio dei suoi, sui due goal non ha colpe. Sul rigore aspetta la battuta dell’attaccante, intuisce la traiettoria ma non ci arriva. Limita per quanto possibile il passivo con due buoni interventi, uno in apertura su Rosi e uno in chiusura di partita su Acosty.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy