Conferenza Palermo – De Zerbi: “Chi sta meglio domani sarà titolare”

Le parole del tecnico rosanero alla vigilia del complicato match contro il Milan.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Lo spauracchio esonero è dietro l’angolo, soprattutto con un Presidente come Zamparini, ma Roberto De Zerbi preferisce rimanere concentrato solo sul Milan.

DE ZERBI TRA PALERMO E RISCHIO ESONERO

“Si stanno facendo delle critiche, allusioni al fatto che voglio fare un calcio particolare, ma io non voglio fare né il professore né il maestro. Non sono concentrato su quello che si dice, ossia sul rischio esonero. Mi soffermo solo su quello che posso fare, lavoro davvero ventiquattro ore al giorno. Da parte mia, c’è voglia di adattarmi ai giocatori che ho, ma con una mia idea che non cambia. A noi manca una crescita globale, a livello di automatismi, meccanismi, abitudine a fare un certo tipo di lavoro tattico, e manca anche la crescita a livello di maturità, condizione fisica e stato mentale del singolo calciatore. Abbiamo un potenziale di squadra buono che si può tramutare in reale forza o rimanere tale”.

DE ZERBI E IL MILAN

“Voglio fare una partita migliore di quella di Cagliari o di quella con l’Udinese e cercare di portare i primi punti in casa. Mi pesa non esserci ancora riuscito e domani sceglierò per l’undici iniziale i giocatori che stanno meglio sia psicologicamente che fisicamente. Il Milan è una squadra che gioca a calcio: Montella è uno degli allenatori che stimo di più e loro giocano bene, hanno anche individualità importanti, magari non come Juve o Roma ma giocano, anche di più della Juve. Il loro gioco di squadra sarà il pericolo numero uno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy