Casa Pescara: tempo di presentazioni e amichevoli

La società abruzzese ha presentato oggi Manaj, Biraghi e il direttore sportivo Leone, comunicando inoltre i dettagli del ritiro e le amichevoli già programmate.

di Francesco Spadano, @francespadano

È partita oggi ufficialmente la stagione 2016/2017 del Pescara che, dopo la splendida cavalcata della scorsa stagione, coronata dalla promozione, tornerà finalmente a calcare i campi della Serie A. Orfana di Lapadula, ceduto al Milan, la squadra abruzzese farà comunque di tutto per presentarsi ai nastri di partenza con una formazione competitiva.

PESCARA: RITIRO E AMICHEVOLI

Il ritiro degli abruzzesi avrà inizio il 14 luglio a Palena (CH) e terminerà il 4 agosto. Già organizzate diverse amichevoli, sia per il periodo della preparazione, che per quello seguente:

24 Luglio Pescara-Teramo

28 Luglio Pescara-Frosinone

31 luglio Pescara-Pineto

3 Agosto Pescara, Vicenza e Spal (Triangolare Trofeo “Morosini”)

6 Agosto Pescara-Celta De Vigo

10 agosto Pescara-Perugia

Queste ultime due amichevoli si disputeranno a Pescara e serviranno per testare i biancazzurri in occasione della primo turno di Coppa Italia, in programma il 13 agosto.

PESCARA: PRESENTAZIONE REY MANAJ

Rey-manajPescara è una grande occasione da sfruttare nel migliore dei modi, voglio sfondare. Non vedo l’ora di dimostrare ciò che valgo. Sono giovane, è vero, ma questo non deve essere un alibi: sono consapevole di dover migliorare, ma anche delle mie qualità. Dalla “Primavera” al calcio dei grandi è un bel salto, ma non ho paura. Cercherò da subito di conquistare la stima del tecnico, dei compagni e, naturalmente, dei tifosi. Spero di non deludere le attese. Io il nuovo Lapadula? Andiamoci piano, lo direte voi. Io devo solo lavorare. La mia caratteristica più importante? La personalità. A chi vorrei somigliare? A me stesso tra 10 anni. Spero allora di aver fatto una bella carriera. Arriveranno altri attaccanti? Mi piace confrontarmi, se volevo il posso fisso sicuro andavo in Lega Pro“.

PESCARA: PRESENTAZIONE CRISTIANO BIRAGHI

Cristiano BiraghiSono qui perché c’è stata sin da subito la cosa per me fondamentale, cioè la fiducia della società e del tecnico. Mi hanno voluto fortemente e mi hanno fatto sentire importante. Abbiamo chiaro il nostro obiettivo e per raggiungerlo dovremo pedalare uniti e determinati. Ci saranno momenti di difficoltà, ma avremo chiaro che l’obiettivo è la salvezza e tutte le squadre partono alla pari eccetto le grandissime. Tolte Juve, Milan, Roma, Napoli ed Inter più o meno il livello è lo stesso per tutte e tutte dovremo lottare. La Serie A è un campionato difficile“.

PESCARA: PRESENTAZIONE LUCA LEONE

L’opportunità:Quella di Repetto è una eredità pesante, visto che è un amico di famiglia e che mi conosce da quando ero ragazzino. In tutti questi anni il presidente Sebastiani mi ha dimostrato stima ed affetto, quando mi ha proposto di venire non ci ho pensato due volte. Mi piacciono le idee del mister e del presidente, credo molto in quello che stiamo facendo e soprattutto il senso di appartenenza e di identità del gruppo che manterremo il più possibile intatto. Ci sono tutti i presupposti per fare bene e continuare il grande lavoro svolto“.

Il mercato: “Partiremo in 30 per il ritiro, ci sono ragazzi da valutare nelle prime due settimane. Non abbiamo fretta ma abbiamo le idee chiare su cosa fare. Stiamo cercando una punta e un difensore ora, queste sono le priorità. Guardiamo ai profili funzionali alla nostra squadra. I nomi? Non mi piace tanto dare un nome o un altro. Come attaccante lo cerchiamo dalle caratteristiche simili a quelle di Lapadula, un giocatore esplosivo, bravo tecnicamente e grintoso. Se giovane meglio, ma se è già esperto va bene. Poi conteranno gli aspetti economici, fisici e tecnici. Trotta ci piace, ha le qualità che cerchiamo. Come Monachello. Per il difensore preferibilmente cerchiamo un mancino come centrale. Oggi abbiamo anche definito il ritorno di Crescenzi. Secondo noi Manaj ha delle qualità importanti ed ha fame, cattiveria e personalità. La Juventus è un punto di riferimento per tutti, mi confronto spesso con Paratici e se ci sarà la possibilità faremo affari con i bianconeri. Mandragora è ancora infortunato, lavorerà in gruppo da inizio agosto e le sue condizioni sono da valutare. Ci aggiorneremo a fine mese con la Juventus per valutare la situazione. Verre resterà“.


Fonte: www.pescaracalcio.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy