Cagliari-Torino, le Fantapills: Belotti e Borriello si confermano bomber affidabili

Le Fantapills della partita Cagliari-Torino valida per la 31a giornata di Serie A.

di Andrea Riefolo, @Andrea_Rie2

Il Torino espugna il Sant’Elia e sale a 44 punti in classifica, contro i 35 del Cagliari. La partita inizia bene per la squadra sarda, che trova il gol con un rigore di Borriello, concesso dall’arbitro per un fallo di Carlao su Ionita. Il Torino però reagisce immediatamente, e nel giro di dieci minuti prima pareggia con un gran tiro da fuori di Ljajic, poi passa in vantaggio grazie ad un colpo di testa del solito Belotti su cross di Zappacosta. Ad inizio secondo tempo è Acquah, con un tiro da lontano (con deviazione di Faragò), a fare il terzo gol. A questo punto, anche grazie all’ingresso di Farias, il Cagliari si spinge in avanti, ma trova il gol della speranza solo negli ultimi minuti grazie al nordcoreano Han, primo gol per il classe ’98 in serie A. Da ricordare un incrocio dei pali di Iago Falque.

– BORRIELLO: è arrivato il 14esimo gol in Campionato per il bomber napoletano. Ha battuto lui il rigore guadagnato da Ionita, ciò può farci capire che, in queste ultime partite, potrebbe essere lui il rigorista designato e non Joao Pedro come si pensava ad inizio stagione, magari anche per fargli incrementare il numero di gol. È uscito alla mezzora per un piccolo infortunio che sarà valutato in settimana. Inutile ripetere l’importanza che Borriello ha per il Cagliari, grazie al suo grande lavoro e al suo fiuto per il gol si è dimostrato imprescindibile per Rastelli.

– FARIAS: stagione veramente sfortunata la sua, condita da numerosi infortuni che non gli hanno mai permesso di entrare completamente in forma. Oggi, quando entrato nel secondo tempo, si è visto quanto poteva essere importante per il Cagliari: è infatti l’unico attaccante capace di saltare sistematicamente l’uomo, grazie a questo può dare imprevedibilità ad una manovra fin troppo statica e prevedibile. Se gli infortuni lo lasceranno in pace, potrà finalmente non favi rimpiangere completamente del suo acquisto. Queste le parole di Rastelli su di lui nella conferenza post-partita: “Quando ho dovuto sostituire Borriello ho pensato a Farias ma lui non ha tanta autonomia nelle gambe: me lo tenevo per il secondo tempo cercando intanto di non perdere i nostri equilibri”. Oggi ha portato a casa un importante +1.

– PADOIN: il centrocampista ex-Juve ha avuto un’involuzione incredibile, da ormai 4/5 partite non dà alcun apporto alla manovra sarda, né in fase offensiva né in quella difensiva. Probabilmente avrebbe bisogno di tirare un po’ il fiato, cosa non possibile visti i tanti infortuni a centrocampo. L’unica soluzione per noi fantacalcisti è non schierarlo più fino a tempi migliori.

– BELOTTI: ogni parola per lui è ormai superflua, ha letteralmente fatto impazzire i difensori cagliaritani, tenendoli sulla corda per tutti i 90 minuti. Oltre ad una prestazione monstre dal punto di vista dell’impegno, ha trovato il 24esimo gol in campionato ed ha propiziato il gol di Ljajic con un intelligente tacco smarcante. È la sua stagione, impossibile farne a meno.

– LJAJIC: è stata una stagione altalenante quella del fantasista serbo, come suo solito d’altronde. Oggi era in una di quella giornate “sì” e ha trovato anche il gol con un bel tiro da fuori, oltre a tante giocate intelligenti. Se ritrova la giusta verve, potrà ancora dire qualcosa in questo finale di campionato. Ecco le parole di Mihajlovic su di lui: ” Ljajic? Ha fatto bene, così come tutta la squadra. È lui quello che si è espresso al meglio perché è stato sempre nel vivo nel gioco. Sono convinto che da qui fino a fine stagione giocando da trequartista può fare la differenza”.

– ZAPPACOSTA: una piacevole sorpresa quella del terzino destro ex-Atalanta, che dopo un lungo periodo di ambientamento, ha finalmente trovato la giusta costanza, garantendo prestazioni di alto livello. Grazie ad un suo assist è arrivato il gol di Belotti, proprio come successo la scorsa partita. Ottima prestazione. Ecco le sue parole: “Questo è un campo difficile, sapevamo che il Cagliari sarebbe partito molto forte e noi dovevamo fare altrettanto. Siamo stati bravi sia mentalmente che fisicamente a ribaltare lo svantaggio e a mantenere il risultato. Oggi abbiamo dimostrato di aver carattere. Alla fine credo sia stata una vittoria meritata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy