Cagliari-Lazio, le Fantapills: vincono le difese, Rafael e Strakosha portano il +1 d’imbattibilità

Le Fantapills della partita Cagliari-Lazio valida per la 29a giornata di Serie A.

di Andrea Riefolo, @Andrea_Rie2

Cagliari e Lazio si dividono la posta in palio in una partita che ha regalato poche emozioni. La partita è stata quasi sempre nelle mani della squadra di Simone Inzaghi, che però non è riuscita a capitalizzare le poche occasioni, prima con Keita, poi con Felipe Anderson. Il Cagliari ha giocato una partita solida, ed è uscito fuori negli ultimi venti minuti. Grande occasione per Padoin, che però l’ex-centrocampista della Juventus non ha sfruttato. Si registra l’esordio al Sant’Elia per Faragò, acquisto di Gennaio del Cagliari.

– SAU: continua il momento no per la punta sarda, che non trova il gol da circa tre mesi. L’impegno non manca, corre, si sbatte, pressa, ma il modulo adottato da Rastelli in queste ultime partite lo penalizza troppo: non ha mai vere occasioni da gol, e quelle poche che ha nel corso della partita, non riesce a sfruttarle per mancanza di lucidità. Con il ritorno di Borriello e Sau potrebbe perdere il posto da titolare, almeno fino a tempi migliori. Queste le parole di Rastelli sulla sua sostituzione: “Mi serviva un giocatore fresco e per fare entrare Farias avevo due alternative: togliere Sau o Joao Pedro. Non me la sono sentita di sostituire Joao perché è un giocatore troppo importante, per la sua fisicità e per la sua abilità nei calci piazzati, mentre Sau era stanco“.

– RAFAEL: fatto fuori un po’ senza motivo da Rastelli nelle partite precedenti, ha ritrovato il posto da titolare dopo la sciagurata prestazione di Gabriel contro l’Inter. Rispetto al suo compagno brasiliano dimostra molta più sicurezza negli interventi e lo dimostra il fatto che nelle ultime due partite ha subito un solo gol, fatto assai raro per il Cagliari quest’anno. Nonostante questo, nel corso delle restanti giornate, potrebbe di nuovo essere riproposto Gabriel.

– PISACANE: ennesima prestazione positiva del centrale napoletano, che non finisce mai di sorprendere. Partito come riserva, ha praticamente giocato quasi tutte le partite e con ottimi risultati. Anche ieri Immobile & co. non lo hanno scalfito, ed è uscito da una sfida così difficile con un ottimo 6,5 (sia per la Gazzetta dello Sport che per Fantamagazine). Si sta dimostrando un buon difensore da modificatore.

– HOEDT: il centrale olandese sta piano piano prendendo le misure del campionato italiano e lo dimostrano le prestazioni sempre più convincenti. Anche ieri ha giocato un’ottima partita, fermando più volte le avanzate di Sau e nel finale di Farias. Nelle ultime 5 partite ha una media voto del 6,5, giocatore interessante anche in vista dell’anno prossimo. Ecco le sue parole a fine gara: “Dietro abbiamo fatto bene, non concedendo molto. Io e de Vrij siamo strutturati fisicamente, ma non abbiamo avuto troppe difficoltà contro gli attaccanti rossoblù. La Nazionale era un mio obiettivo,ma penserò all’Olanda solo a partire da domani. Giocare su questo manto erboso era difficile per i nostri calciatori offensivi, fare un dribbling era davvero complicato”.

– FELIPE ANDERSON: sono capitate sui suoi piedi le occasioni migliori della Lazio, ma il fantasista brasiliano non le ha sapute sfruttare, dimostrando come quest’anno, il bonus pesante non sia proprio nelle sue corde (l’ultimo gol risale a Novembre contro il Genoa). Rimane il giocatore discontinuo delle scorse stagioni, capace di spaccare la partita o di uscire completamente dal gioco risultando quasi dannoso.

– IMMOBILE: in molti, contro la difesa del Cagliari, una delle più battute del campionato, si aspettavano il +3. Il centravanti campano, invece, ha deluso i suoi fantapossessori, giocando forse una delle peggiori partite con la maglia della Lazio. Bruno Alves e Pisacane lo hanno sempre bloccato senza problemi, decisamente una giornata no per lui, si rifarà sicuramente a partire dalla prossima partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy