Spal, Di Biagio: “Ripartiamo da Letica e la difesa a 4. Di Francesco out per infortunio. Su Cerri e Floccari…”

Spal, Di Biagio: “Ripartiamo da Letica e la difesa a 4. Di Francesco out per infortunio. Su Cerri e Floccari…”

Il tecnico degli estensi parla alla vigilia della sfida di campionato con il Cagliari. Letica sostituirà l’infortunato Berisha, morderanno il freno Di Francesco e Zukanovic

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi
Luigi Di Biagio

Gigi Di Biagio, tecnico della Spal, parla alla vigilia della sfida di campionato con il Cagliari. Letica sostituirà l’infortunato Berisha, morderanno il freno Di Francesco e Zukanovic. Si tratta di una delle ultime spiagge per la compagine estense, a caccia di una difficile salvezza.

LE DICHIARAZIONI DI DI BIAGIO

Questo il Di Biagio-pensiero sulla ripresa: “Quello che sta accadendo e che accadrà sarà una sorpresa per tutti. Si tratta di un qualcosa di nuovo. Il nostro lavoro e la nostra voglia sono davvero grandi. Andremo in campo dopo quarantacinque giorni di lavoro intenso, duro e dopo diversi mesi in cui non si gioca. Non ci possiamo soffermare sulle problematiche che troveremo perché sono le stesse che incontreranno le altre squadre. Dobbiamo pensare che ci sono i presupposti per fare bene e cercare una vittoria. Per ripartire da dove ci eravamo lasciati”.

Out Berisha, tocca a Letica sostituirlo: “Berisha ci mancherà, soprattutto per la sua bravura come giocatore che per il suo carisma dentro lo spogliatoio. Si tratta di una aspetto negativo senza dubbio. Dormo comunque sonni tranquilli con i nostri portieri. Entrambi sono pronti per giocare. Gioca Letica”.

Sul vestito tattico della “sua” Spal: “Ho delle idee ben definite, anche se l’unica certezza è la difesa a quattro. Abbiamo una rifinitura da fare ancora e ci sono diverse cose da considerare”.

Sull’ennesimo infortunio di Di Francesco: “Ieri si è fermato, ha avuto un problema fisico e non ci sarà. È un problema che ci porta dietro da tantissimo tempo, abbiamo provato a centellinarlo ma non ci siamo riusciti”.

Su Fares, rientrato a pieno regime:“Ho un’idea precisa, per me è un terzino nel mio modo di giocare. Ma può essere anche un terzo alto o quarto alto se si gioca con un 4-4-2. Dipende da chi è l’altro terzino e da chi sono gli altri giocatori. Momo è uno di quei giocatori che può fare diversi ruoli. Viene da un periodo in cui ha lavorato a parte e l’ho visto molto meglio negli ultimi giorni. Vediamo cosa succederà domani”.

Su Castro e Valoti: “Possono coesistere, sono talmente bravi che possono giocare insieme e in diversi ruoli anche. Valoti dove ti serve lo metti, davvero, con me ha fatto anche l’esterno alto nel tridente”.

Su chi potrebbe affiancare il totem Petagna“Potremmo giocare con due punte. Si sono presentati in forma fisica eccellente Cerri Floccari: mi mettono in difficoltà nelle scelte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy