Milan, Biglia: “Carico per la gara con la Lazio, Cutrone che rivelazione”

L’argentino Lucas Biglia ha parlato in conferenza stampa rilasciando una serie di dichiarazioni molto interessanti per noi fantallenatori.

di Ricky Schiavon, @rccrdschvn

Il centrocampista del Milan Lucas Biglia si è presentato oggi in conferenza stampa per rispondere alle domande dei cronisti presenti. Molti gli argomenti trattati dall’argentino, dal campo fino al mercato, passando per i nuovo compagni rossoneri e la propria nazionale.

Su Lazio-Milan: “Sono felice di tornare a Roma e sfidare i miei ex compagni. Io oggi sono un giocatore del Milan, e farò il massimo per condurre la mia squadra alla vittoria. Non mi aspetto una grande accoglienza da parte dei tifosi laziali, so che sarà una partita molto difficile ma non è il nostro primo test importante. Abbiamo già affrontato e vinto contro squadre altrettanto forti. Sicuramente ci sarà utile per capire a che punto siamo e dove possiamo arrivare.”

Sulle condizioni fisiche: “Sto molto bene, ho giocato contro il Cagliari e poi sono andato in nazionale. Mi alleno bene, non ho problemi. Mi infastidisce molto chi parla di me come un giocatore estremamente fragile. Nella mia carriera ho avuto solamente tre problemi muscolari, gli altri sono stati articolari. Se ti danno una botta non sei fragile, e inoltre sono sempre tornato prima dei tempi di recuperi previsti.”

Sul Milan: “San Siro era il mio sogno da bambino, essere qui vuol dire realizzare qualcosa che ho sempre bramato. Ho trovato tutto quello che mi aspettavo, una grande squadra e un grande ambiente. Stare al fianco di personaggi iconici come Gattuso per me è il massimo. Sto imparando molto con il nuovo allenatore. Qui siamo tutti giocatori importanti, non c’è un giocatore più importante di un altro, remiamo tutti nella stessa direzione.”

Sui compagni di squadra: Bonucci ti dà molta tranquillità, con lui in difesa sai che puoi giocare più sereno, è uno dei più forti al mondo. Locatelli ha molte qualità, può arrivare in alto. Io e Montolivo possiamo giocare assieme come contro il Cagliari, io da play basso e lui da mezzala, l’importante è mettersi tutti a disposizione. Cutrone è fenomenale, è il giocatore che mi ha colpito più di tutti da quando sono arrivato. Calhanoglu sta lavorando molto per integrarsi, non è semplice imparare una nuova lingua ma lui ce la sta mettendo tutta. Ha una tecnica invidiabile.”

Sulla corsa scudetto: “La Juve è la favorita, ma per i primi posti ci sono molte squadre: la Lazio, la Roma, l’Inter, il Torino, l’Atalanta e la Roma, ma i grandi favoriti sono i bianconeri. Il nostro obiettivo è fare il meglio possibile in tutte e tre le competizioni, vogliamo andare fino in fondo a tutte e tre.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy