Roma, Fonseca: “Pellegrini deve essere equilibrato. Sì alla difesa a tre”

Roma, Fonseca: “Pellegrini deve essere equilibrato. Sì alla difesa a tre”

Il tecnico giallorosso presenta il match di andata dei sedicesimi di Europa League contro il Gent.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

La Roma ha un disperato bisogno di ritrovare la propria identità e, soprattutto, la vittoria. Dopo i diversi ko subiti in campionato e in Coppa Italia, Paulo Fonseca e la sua squadra tenteranno di dare una svolta al proprio trend negativo imponendosi nella prima delle due importanti sfide di Europa League contro il Gent.

LE DICHIARAZIONI DI FONSECA ALLA VIGILIA DEL MATCH

Sulla partita: “Sono preoccupato solo di quello che dobbiamo fare per vincere la partita. Abbiamo avuto una buona settimana di lavoro anche se giocheremo contro una squadra forte. Ci sono segnali che la mia squadra possa fare bene”.

Sul rapporto con la squadra: “Abbiamo un buon rapporto, come sempre. È facile inventare cose di spogliatoio ora. Siamo qui per lavorare onestamente, senza nessuna intenzione di nascondere niente. Siamo qui a lavorare e non è giusto che vengano inventate queste cose”.

Su Lorenzo Pellegrini: “Non abbiamo scuse. Il problema è il momento con la squadra. Pellegrini ha accusato di più la responsabilità del momento che l’infortunio. Deve essere più equilibrato e deve giocare senza fretta e senza voglia di dimostrare. Deve essere un giocatore equilibrato. Ha dimostrato di essere un grande giocatore e un grande uomo”.

Su Diawara: “Siamo molto ottimisti su di lui. Due giorni fa ha iniziato ad allenarsi con noi e siamo ottimisti. Ho parlato con lui dopo l’allenamento e mi ha detto che stava bene e senza dolore. Questo è importante. Vediamo nei prossimi giorni”.

Su Carles Perez titolare e sull’impiego di Santon senza Bruno Peres: “Bruno Peres voi sapete che non può giocare domani. Del resto vediamo. Difesa a 3? Penso che possiamo giocare con tre difensori, ma dipende dalla partita. Non è un problema per me se qualche partita la giochiamo con tre centrali, ma non lo so per domani. Vediamo”.

Sui problemi su palla inattiva: “Non è normale, è successo in due o tre partite. È un problema di concentrazione in questo momento perché la squadra è meno fiduciosa. Qualsiasi cosa sbagliamo può portare al goal degli avversari ora. Oggi abbiamo lavorato su questa situazione, come facciamo sempre”.

Sul campionato: “Le ultime partite, malgrado le sconfitte, rispecchiano il mio credo. Penso che tutti noi sappiamo non sia facile giocare contro l’Atalanta. La squadra non ha sbagliato la strategia, ma ha sbagliate sulle palle inattive. Non ricordo di nessuna squadra che ha giocato con l’Atalanta senza concedere nulla. Difensivamente non abbiamo fatto male. L’allenatore che pensa di poter giocare un calcio corto contro l’Atalanta sbaglia. Offensivamente è una partita diversa. A Bologna invece non c’era tranquillità tattica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy