Inter, Moses e Sanchez in dubbio: rientro immediato in Inghilterra?

Il protocollo d’intesa sul prolungamento dei prestiti non vale per Manchester United e Chelsea, che dunque possono richiamare i giocatori.

di Mauro Maccioni

A casa Inter, dopo la vittoria con la Sampdoria, non c’è nemmeno il tempo di festeggiare. Infatti, Marotta e Ausilio sono alle prese con un problema che riguarda la permanenza di Sanchez e Moses, entrambi in prestito fino a fine stagione.

CERCASI INTESA

La situazione è molto chiara: Manchester United e Chelsea, detentrici rispettivamente dei cartellini di Sanchez e Moses, possono richiamare i due giocatori dopo il 30 giugno, termine precedentemente fissato. Per loro, in quanto club esteri, non vale il protocollo d’intesa ufficializzato dalla Figc, che sposta di due mesi la scadenza dei prestiti con obbligo o diritto di riscatto.

Di conseguenza, è necessaria la ricerca di un accordo con i due club, che però sembrano restii. Il Manchester, tra l’altro rivale dell’Inter in Europa League, vorrebbe cedere Sanchez e, se l’Inter decidesse di non esercitare il riscatto, un possibile accordo potrebbe essere difficile da trovare. Dall’altro lato c’è la stessa situazione, con Moses che rischia di partire anticipatamente.

RISCATTI

I riscatti dei due giocatori sono difficili. Sanchez ha uno stipendio di 15 milioni di euro che l’Inter non può soddisfare. E il cileno, che comunque ama l’Italia, difficilmente si taglierebbe lo stipendio in maniera così netta, visto che si parla di più della metà. In questo senso, il Manchester potrebbe richiamarlo alla base per evitare che si infortuni, per poi cederlo alla successiva sessione di mercato.

Il riscatto di Moses invece è fissato a 12 milioni di euro, una cifra alta per quello che è a tutti gli effetti il vice-Candreva. Anche qui l’Inter non è propensa al riscatto e, di conseguenza, il Chelsea potrebbe ragionare come i Red Devils.

L’Inter, riscatto o meno, proverà comunque a fare di tutto per trattenere i due giocatori. L’obiettivo è la rincorsa alla Juventus e, in una calendario così fitto, servono le forze di tutti, anche quelle di Moses e Sanchez.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy