Infortuni Lazio: preoccupa Milinkovic-Savic, un po’ meno Immobile

Infortuni Lazio: preoccupa Milinkovic-Savic, un po’ meno Immobile

A Formello il medico sociale della società biancoceleste ha fatto il punto sugli infortunati.

di Carlo Cecino, @CarloCecino

Continua la preparazione della squadra di Simone Inzaghi in vista dell’andata dei sedicesimi di Europa League di giovedì contro il Siviglia. I biancocelesti vengono dalla vittoria casalinga per 1-0 nell’anticipo di giovedì sera contro l’Empoli. Tre punti importanti per continuare la rincorsa alla zona Champions, ma la truppa laziale deve anche fare i conti con diversi problemi fisici accusati da alcuni giocatori chiave.

LAZIO, TRA RECUPERI E PREOCCUPAZIONI

A margine dell’allenamento odierno di Formello, il dott. Fabio Rodia è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel per fare il punto sull’infermeria biancoceleste: “Il calendario è denso di appuntamenti importanti, infatti siamo prontamente al lavoro anche di domenica. Correa questa mattina si è allenato regolarmente al pari di Luis AlbertoImmobile ha riportato un’elongazione ai flessori della coscia sinistra, ha già intrapreso un programma di recupero mirato e personalizzato, che viene monitorato quotidianamente. A breve il calciatore si sottoporrà ad un check strumentale per quantificare il suo rientro in campo. Siamo ottimisti ma anche prudenti in merito al suo rientro in campo: deve tornare al momento giusto ma anche nel modo migliore”.

Infine il punto sulla situazione più spinosa, l’infortunio di Milinkovic, sostituito al 58′ nella gara di giovedì: “Per quanto concerne Milinkovic, non ci sono buone notizie: il giocatore era stato sostituito giovedì nel secondo tempo della gara contro l’Empoli per un fastidio all’adduttore. Gli accertamenti clinici e strumentali hanno evidenziato una lesione di primo grado all’adduttore della coscia sinistra. Il serbo ha iniziato un trattamento specifico, con tutte le opportune cure del caso, nei giorni scorsi ha effettuato gli accertamenti di controllo ma la diagnosi è tale da dover prendere qualche giorno in più per poter quantizzare il suo rientro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy