Sassuolo, De Zerbi: “Duncan è malconcio, ma per ora gli assenti sono 4”

Il tecnico neroverde ha presentato il match contro il Torino.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Le tre partite nell’arco di una settimana non spaventano Roberto De Zerbi, che proverà a gestire la rosa del suo Sassuolo intervenendo con il turnover dell’undici titolare, già a partire dallo scontro con il Torino.

LE PAROLE DI DE ZERBI

Sugli infortunati: “Duncan è malconcio, è da valutare. Gli altri pure dovranno essere valutati perché ci sono tre partite: non mi piace rischiare i giocatori in genere e a maggior ragione oggi con tre partite in una settimana. Se Duncan non starà bene, giocherà un altro altrettanto bravo. Non ci saranno invece Boateng, Boga, Adjapong e Sernicola”.

Sul turnover: “Non farò dei calcoli perché non ne faccio mai, ma nella mia testa ho le tre partite che devo gestire in maniera diversa: tre partite in otto giorni per forza te le devi preparare in testa prima. Non si fanno delle previsioni a lungo termine, ma l’idea di far ruotare giocatori che non possono fare tre partite di fila perché possono farsi male, perché possono soffrire a livello psicologico e poi perché la rosa è forte. Cambiano le caratteristiche, ma il livello difficilmente scende”.

Su Sensi: “È cresciuto molto dopo la convocazione in Nazionale ed è diventato più convinto dei propri mezzi. Può giocare in tutti i ruoli: oggi davanti la difesa ci dà quello che Magnanelli e Locatelli hanno meno, perché loro due hanno più intelligenza tattica, hanno più filtro. Locatelli può fare la mezzala e sono contento perché è stato fuori tanto e si è conquistato in settimana un posto. Sensi può fare la mezzala, in tanti possono giocare da mezzala: bisogna inserirsi, bisogna saper giocare, occupare gli spazi vuoti e quello vuol dire essere intelligenti e concentrati”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy