Roma, Di Francesco: “Manolas ha preso una botta, Pastore partirà dalla panchina”

Di Francesco ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa, alla vigilia del match che domani vedrà la Roma contrapposta al Cagliari.

di Patrizia Monaco
Di Francesco Roma 2018

Una botta di autostima, nonostante tutte le polemiche che sono arrivate dopo: questo ha rappresentato per la Roma la gara di domenica scorsa contro l’Inter. In partenza in molti consideravano sfavoriti i giallorossi, apparsi finora troppo altalenanti e incapaci di ripetere il rendimento che lo scorso anno l’hanno vista tra i protagonisti più positivi del nostro campionato e della Champions League.

Eppure, quando chiamata in causa contro le rivali “big” della Serie A, la Roma riesce a tirar fuori quel carattere che i tifosi vorrebbero vedere in campo tutte le settimane, e così è stato nella sfida contro i nerazzurri, quando cioè la squadra di casa ha dovuto fare i conti con numerose assenze, su tutte quella di Edin Dzeko.

LE PAROLE DI DI FRANCESCO

Domani, alle 18:00, i ragazzi di Di Francesco voleranno in Sardegna per affrontare il Cagliari di Maran, in una trasferta molto insidiosa. Proprio il tecnico giallorosso ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

In generale il mister ha detto: “Vedo la squadra in crescita, la fisicità e l’aspetto tecnico farà la differenza contro il Cagliari. Conosco Pavoletti e so che è molto bravo di testa, dovremo stare attenti soprattutto a lui. Dobbiamo migliorare in tante cose, nelle scelte finali e in quello che facciamo. Dobbiamo proteggere meglio la linea difensiva, dare meno possibilità agli avversari di arrivare alla conclusione”.

Su Florenzi più avanzato: “Domani è più difficile che sarà spostato in avanti, giocherà da terzino ma in futuro tornerà anche a giocare avanzato”.

Su disponibili e indisponibili: “Manolas ha avuto un colpo e ad oggi la probabilità del suo utilizzo è al 50% mentre Fazio è recuperato al 100%. Abbiamo tentato di recuperare Pellegrini il prima possibile ma c’è stato un imprevisto. Lo stesso stiamo facendo per recuperare El Shaarawy e Dzeko, tentando di non ripetere alcuni errori di valutazione fatti in precedenza.

Su Pastore e Perotti: “Pastore avrà più minutaggio di Perotti perché si è allenato di più rispetto al secondo ma nessuno dei due giocherà dall’inizio”.

Su Nzonzi e Cristante, unici centrocampisti a disposizione e quindi possibilità di turnover: “L’unica alternativa sarebbe mettere un difensore in più. Vorrei utilizzare di più Riccardi, anche se è tornato a disposizione soltanto oggi quindi vedremo”.

Su Marcano: “Si è allenato benissimo e sto valutando un suo utilizzo dal primo minuto nella gara di domani“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy