Roma, Di Francesco: ”De Rossi non sarà convocato”

Roma, Di Francesco: ”De Rossi non sarà convocato”

Il tecnico giallorosso è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Fiorentina.

di Claudio Caprioli, @ClaudioCapriol4

La Roma, nell’anticipo di sabato ore 18:00, si troverà ad affrontare la Fiorentina allo stadio Artemio Franchi. Una gara molto complicata per i giallorossi che, dopo il sofferto pareggio ottenuto allo stadio San Paolo la scorsa giornata,  devono tornare ai tre punti in campionato per risalire verso le zone alte della classifica e verso il quarto posto valevole la Champions League. La squadra capitolina si troverà davanti una formazione molto temibile che sta affrontando un momento di flessione dopo uno strepitoso inizio di campionato (2 pareggi e 1 sconfitta nelle ultime tre gare).  Andiamo dunque a vedere le parole del mister Di Francesco nella conferenza stampa alla vigilia del match.

LE DICHIARAZIONI DI DI FRANCESCO

Sul modulo: ”Centrocampo a tre? Tutto è possibile ma l’atteggiamento col 4-3-3 col Napoli non mi è piaciuto. Credo di dare continuità al 4-2-3-1, Sono stufo di parlare di moduli, il concetto del baricentro basso si lega all’aggressività: meno si aggredisce, più ci si abbassa. E questo è accaduto a Napoli.”

Su De Rossi e Manolas: ”De Rossi non sarà convocato e neanche contro il Cska e difficilmente sarà disponibile con la Sampdoria. Manolas ha fatto oggi il primo allenamento e sarà disponibile domani”.

Su Pastore e Kluivert: ‘Si sono allenati in gruppo per la prima volta, Kluivert si è fermato molto meno di Pastore e ha avuto meno ricadute e, quindi, quest’ultimo avrà meno possibilità di scendere in campo dell’olandese anche se saranno convocati entrambi”.

Su Cristante: Nei test è risultato tra i migliori della squadra fisicamente. La parte psicologica è importantissima in un calciatore. Lui ha grandissima disponibilità, lavora bene, vedremo chi sarà il sostituto di De Rossi, anche Pellegrini può farlo”.

Sul ritardo dalla vetta in campionato: ”Siamo in ritardo rispetto alle avversarie ma lo eravamo anche nella scorsa stagione. Dobbiamo iniziare a fare punti, a partire da domani. Ma non voglio pormi obiettivo. Vincere due partite ti permette di riaccorciare la classifica. L’Inter era in difficoltà all’inizio, ora si è ripresa bene. Io non sono contento, voglio di più come risultati e prestazioni”.

Sul centravanti titolare: ”Domani gioca Dzeko come centravanti. Schick? C’è un percorso di crescita per tutti. I miei giocatori sono tutti coinvolti. Quando faccio le scelte valuto e leggo anche i momenti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy