Napoli, Ancelotti: “Mertens da valutare. Per Verdi ci vorrà un po’ di tempo”

Carlo Ancelotti ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa, alla vigilia del match casalingo contro il Chievo.

di Patrizia Monaco
Ancelotti Napoli 2018

La sosta per le Nazionali è passata e la Serie A si prepara per tornare in campo. Tantissima concentrazione chiederà Carlo Ancelotti al suo Napoli che, con Juve e Inter impegnate in sfide più che accessibili, domani si ritroverà ad affrontare il Chievo del neo arrivato Di Carlo.

I gialloblù rappresentano il fanalino di coda del nostro campionato, capaci finora di raccogliere appena tre punti, esattamente quelli necessari per recuperare la penalizzazione e tornare quindi a zero punti in classifica. Con il cambio di allenatore però, i clivensi avranno voglia di lanciare un segnale di risveglio ai propri tifosi ed è proprio per questo motivo che gli azzurri non dovranno prendere sotto gamba la sfida o sottovalutare l’avversario.

LE PAROLE DI ANCELOTTI

Quando mancano poco meno di ventiquattro offre a Napoli-Chievo, Carlo Ancelotti ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

Su Milik: “Milik fa parte di una batteria di attaccanti che mi hanno soddisfatto, nessuno escluso. Alcuni momenti c’è chi sta meglio e in altri momenti qualcuno è più avanti rispetto ad un altro. Ad inizio anno era davanti a Mertens, adesso Mertens e un po’ più avanti rispetto a lui ma Milik non mi deve dimostrare nulla”.

Sugli indisponibili: “Non abbiamo avuto particolari problemi, a parte i due infortuni di Younes e Verdi: per il primo si tratta di una cosa lieve, per Simone ci vorrà un po’ più di tempo”.

Su Mertens: “Dries ha preso un colpo in allenamento che dobbiamo valutare ma sarà comunque difficile capire chi lasciare in panchina”.

Napoli miglior attacco ma pochi gol dei difensori:Non abbiamo fatto tanti gol su palla inattiva ma è anche vero che l’ultimo che abbiamo fatto, molto importante, lo abbiamo fatto così. Stiamo trovando solidità con una buona disposizione, stiamo lavorando su questo aspetto“.

Su Allan e Fabian Ruiz in Nazionale:Fabian è molto giovane, nel tempo raggiungerà sicuramente la nazionale maggiore, mentre Allan è stato premiato per l’impegno, la volontà ed il sacrificio costante dimostrato negli anni“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy