Milan, Gattuso: ”Musacchio e Romagnoli sulla via del recupero, Bakayoko mi ha sorpreso”.

Il tecnico rossonero ha presentato il match casalingo contro il Torino

di Claudio Cutuli, @cutuli4

E’ un Gattuso rilassato quello presentatosi nella sala stampa di Milanello. Le condizioni di alcuni lungodegenti come Musacchio e Romagnoli migliorano, mentre a giorni è atteso Paqueta per un primo incontro con squadra e staff. Parole d’elogio anche per Bakayoko, che si è ormai calato alla perfezione nei tatticismi italiani.

MILAN, LE PAROLE DI GATTUSO

Su Higuain: ”Non segna da un mese, è vero, ma non deve avere l’ossessione del gol, quelli arriveranno da soli”.

Sulla coppia Higuain-Cutrone: ”Ci proviamo, facciamo di tutto per metterli insieme. Non è un problema di quanti uomini usiamo davanti,Non contano gli uomini offensivi ma la voglia di sacrificarci”.

Su Paqueta: ”Arriva domani, farà dei test e dai primi di gennaio sarà a disposizione. Viene a vedere la città, ne parleremo più approfonditamente quando sarà ufficialmente un calciatore del Milan”.

Su Musacchio e Romagnoli: ”Hanno fatto l’ultima risonanza quattro giorni fa, hanno ricominciato a correre e vedremo settimana prossima. Il primo è più avanti di 4-5 giorni, ma siamo sulla strada del recupero. Il fatto che già stiano correndo è importante per me. L’ultimo della lista è Borini: purtroppo ha un fastidio alla caviglia”.

Su Iago Falque: ”Ricorda Suso, è un giocatore che gli assomiglia. Lui gioca in velocità, ti riesce a saltare, fa gol ed è completo a livello tecnico. Quest’anno sta bene fisicamente, dobbiamo fare attenzione perchè può farti male da solo ma anche creare per i compagni numerosi pericoli”.

Su Calhanoglu e Bakayoko: ”Un calciatore può sempre capire dove si può migliorare e sbagliare il meno possibile. A me in questo momento la cosa che sorprende di Bakayoko è che in pochissimo tempo ha imparato a coprire bene il campo. Deve continuare a migliorare su questi aspetti qua, il resto ce l’ha. Tecnicamente non è male nonostante la stazza. Su Hakan già sapete cosa penso: può fare molto di più, è anche colpa mia perchè a volte ha giocato quando non stava benissimo. Lo ringrazio per la disponibilità che mi da giornata dopo giornata. La sua intelligenza ci tornerà utile nelle gare a venire”.

Sul riscatto di Bakayoko: ”Io non faccio il contabile. Loro sanno i calciatori che mi piacciono, per me devono essere solo funzionali al mio gioco. In questo momento ci vogliono tanti soldi per riscattarlo, poi a livello economico sarà un problema della società. Loro sanno quanto e come possono spendere”.

Se la difesa sarà a 3 o a 4 uomini: ”Ho tante idee, ma bisogna metterle bene in pratica. Mi piacerebbe giocare a tre, forse giocheremo così. penso anche a Suso mezzala. Per questo ci vuole tempo, ci stiamo pensando, però in questo momento dobbiamo mettere meno giocatori possibili fuori ruolo e farli esprimere al massimo”.

Sul calcio moderno: ”Oggi si verticalizza meno. I difensori toccano più palloni rispetto ai centrocampisti, è un’evoluzione del calcio moderno. Si vedono velocità più alte, giocatori che vanno a 33-34 km/h e noi siamo stati bravi a cambiare il nostro modo di giocare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy