Inter, Spalletti: “Vrsaljko sta bene. Qualcuno può riposare”

Luciano Spalletti ha parlato in conferenza alla vigilia del big match che domani sera vedrà l’Inter impegnato all’Olimpico contro la Roma.

di Patrizia Monaco
Spalletti Inter 2018

L’Inter di Luciano Spalletti si prepara per il big match che domani sera vedrà i nerazzurri impegnati all’Olimpico contro la Roma. Un posticipo di lusso che coinvolgerà diversi ex, da Zaniolo e Juan Jesus allo stesso Spalletti, mentre non sarà della gara Radja Nainggolan, vittima di un infortunio muscolare che lo costringerà in tribuna.

Per l’Inter si tratterà di una prova di maturità vera e propria: dopo il tonfo contro l’Atalanta nella 12a giornata, Icardi e compagni hanno dominato (come prevedibile) sabato scorso contro il Frosinone, salvo poi tornare a perdere in Champions League nell’insidiosa trasferta contro il Tottenham.

Insomma, il posticipo domenicale della 14a giornata ci permetterà di capire quale sia la vera Inter: quella insicura e capace di crollare alla prima insicurezza, oppure quella che punta a rubare al Napoli lo scettro di anti-Juve?

LE PAROLE DI SPALLETTI

Alla vigilia di Roma-Inter, mister Spalletti ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

Sul possibile turnover: “Dopo ogni partita c’è sempre qualcuno più affaticato, la rosa sarà fatta in base a questo, dando precedenza a chi è più riposato“.

Sulle dichiarazioni di Perisic: “Ha detto delle cose normali. Per quello che è il mio rapporto con lui, secondo me nell’Inter ci sta molto volentieri, è contento di far parte di questo club ed è contento della partecipazione emotiva che c’è dietro questa squadra“.

Su Lautaro: “Naturalmente quando ci sono certe dichiarazioni (quelle del padre di Lautaro, ndr) si vanno ad analizzare e si parla con il giocatore, è importante che lui si renda conto che il suo papà con queste dichiarazioni non attacca me ma l’Inter e crea problemi a Lautaro stesso, danneggiando la sua immagine e il suo rapporto con i compagni. Poi c’è la valutazione da fare che per diventare un top player devi saper gestire te stesso prima di tutto ma anche quelli che ti stanno intorno. I grandi club a livello europeo spesso stanno attenti a non avere situazioni imbarazzanti come queste da gestire”.

Su Nainggolan: “Lui ha avuto questo infortunio durante il ritiro e così ha saltato un po’ di preparazione e sorgono questo tipo di problemi. Poi ha avuto un paio di fastidi che possono assomigliare a delle ricadute, una cosa che può succedere e che bisogna andare a trattare con tempistiche più comode. Radja è comunque dispiaciuto perché sa che non ha dato il suo contributo”.

Su Vrsaljiko: “Lui ha recuperato ed è a disposizione“.

Su Icardi: “Ha smaltito un piccolo ematoma, ma sta bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy