Frosinone, presentato Baroni: ”Non ho un modulo fisso. Chibsah ci può dare una mano ”

Frosinone, presentato Baroni: ”Non ho un modulo fisso. Chibsah ci può dare una mano ”

Il tecnico è stato ufficialmente presentato alla stampa, dove ha risposto alle domande dei cronisti

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Il Frosinone cambia look: Moreno Longo, mister che ha centrato l’ambito ritorno in Serie A, è stato sollevato dall’incarico dopo il misero bottino di 8 punti in 16 giornate. A rendere questa scelta inevitabile è stata la forte contestazione dei tifosi ciocari al termine della sconfitta per 0-2 contro il Sassuolo. Al posto dell’ex Torino, spazio per Marco Baroni, protagonista della storica promozione del Benevento nella scorsa stagione. Di seguito gli stralci più importanti della conferenza stampa di presentazione, riportata sul sito ufficiale del Frosinone.

FROSINONE, LE PAROLE DI BARONI

Sul modulo:«L’allenatore spesso deve avere la capacità di capire velocemente quali sono le attitudini dei calciatori e l’interpretazione del sistema di gioco. Questa squadra ha una genetica, sicuramente si faranno dei piccoli cambiamenti ma non è il sistema di gioco il punto dove andare a lavorare. Ho già giocato a tre in difesa, con la Primavera della Juve abbiamo vinto la Coppa Italia. Non è questo l’argomento in discussione».

Sugli schemi di gioco: «La parola ‘adattare’ non mi piace. Io vado a sviluppare il massimo dai miei calciatori. Un allenatore non ha un sistema di gioco ben definito. Ma non è per fare pretattica, siamo alle porte di gare importanti. Ma non è sull’aspetto tattico come ho detto che andremo a lavorare. L’attenzione è legata a qualche piccola correzione da quello che ho visto».

Su Chibsah: «Raman l’ho avuto alla Juve, un ragazzo che ho cresciuto già da lì».

Sul mercato invernale: «Non penso al mercato. In questo momento ci sono 3 gare. Io debbo abbracciare tutti. E rendere tutti utili. In sette giorni ci sono 9 punti sul piatto. Non ho la bacchetta magica, debbo parlare ai ragazzi».

Chiusura del presidente Stirpe sulla medesima domanda: «L’operazione potenziamento sarà importante ed adeguata in ogni reparto».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy