Fiorentina, Pioli: “Possibili novità di formazione. Gerson? Non deve strafare”

Fiorentina, Pioli: “Possibili novità di formazione. Gerson? Non deve strafare”

Stefano Pioli presenta il match contro la Roma. Previste novità di formazione: “Potrei cambiare qualcosa a gara in corso”.

di Massimo Angelucci

Per la Fiorentina di Stefano Pioli è in arrivo il primo big match stagionale casalingo. All’Artemio Franchi di Firenze arriva la Roma di Eusebio Di Francesco, e per il tecnico viola è la prima grande occasione per poter confermare una volta per tutte le ambizioni europee della squadra toscana: “Contro la Roma è l’occasione giusta per dimostrare che siamo una squadra costruita per fare un calcio offensivo, cercare di vincere divertendo. L’approccio sarà molto importante”.

LE DICHIARAZIONI DI PIOLI

Stefano Pioli ha bene in mente il tema della partita: “Dobbiamo giocare in profondità se recuperiamo palla nella metà campo della Roma. Abbiamo diversi giocatori che possono fare questo tipo di lavoro. La Roma ha la caratteristica di tenere la linea difensiva alta e potremmo fare questo tipo di partita. Questo è quello che dobbiamo fare domani e sempre, perché questa è la nostra filosofia di gioco”.

Gerson, ex della partita, molto probabilmente sarà protagonista a gara in corso. Simeone è possibile parta dall’inizio: “Simeone, Pjaca e Gerson? Hanno accettato le decisioni della scorsa settimana e si sono allenati molto bene in questi giorni. Gerson? Non deve strafare, lui è un giocatore con caratteristiche importanti. Deve trovare maggiore continuità”.

I goal mancanti degli attaccanti non sembrano essere motivo di preoccupazione per Pioli: “La mancanza di goal degli attaccanti? I miei giocatori devono essere spensierati, non devono essere schiacciati da queste pressioni. Per far rendere al meglio gli attaccanti è chiaro che bisogna migliorare la gestione della palla. I nostri attaccanti dipendono molto dal gioco della squadra. Sarei contento se tornassero a fare goal ma l’importante è giocare bene”.

Il tecnico ha bene in mente come soffocare i punti di forza dei capitolini: “Siamo preparati ad affrontare la Roma anche nel loro punto di forza, le palle inattive. Dobbiamo essere bravi a non concedere loro palle inattive.

Possibili, anzi probabili, cambi di formazione per sorprendere i giallorossi: “Novità di formazione? Sto pensando a tutte le soluzioni possibili. Sto pensando a qualche variabile offensiva. Per esempio Veretout un po’ più alto o stringere Milenkovic facendogli fare il terzo di difesa. Sono questioni da affrontare durante il match, bisogna saper leggere le situazioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy