Empoli, Iachini: “Derby sentito, sul ballottaggio tra Pasqual e Antonelli dico che…”

Empoli, Iachini: “Derby sentito, sul ballottaggio tra Pasqual e Antonelli dico che…”

Ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei toscani, in vista del derby contro la Fiorentina che andrà in scena domani alle 15:00.

di Giuseppe Ronco

Partita sempre sentita quella che vedrà sfidarsi Empoli e Fiorentina, sfida valida per la sedicesima giornata di Serie A che andrà in scena domani alle ore 15:00. Sfida che, oltre ad avere il calore e l’imprevedibilità di un derby, vedrà affrontarsi due squadre reduci da momenti di forma molto differenti. L’Empoli, con Iachini, non ha mai perso, collezionando ben 3 vittorie e un pareggio in quattro gare. La Fiorentina, dal canto suo, nelle ultime 8 partite è reduce da ben 6 pareggi e 2 sconfitte, con la vittoria che manca dal 30 settembre contro l’Atalanta. Una sconfitta domani, vedrebbe i viola raggiunti in classifica proprio dalla squadra di Iachini, che ha così parlato in conferenza stampa:

EMPOLI, LE PAROLE DI IACHINI

Sulla Fiorentina: Ho vissuto una pagina molto bella della mia carriera da giocatore nella Fiorentina, questo sicuramente resta. Ho un bel rapporto con la città e la tifoseria, ma ora voglio vivere una bella storia anche qui a Empoli. Derby sentito, ma c’è da fare poco per prepararlo: è una di quelle partite per cui spendere troppe parole non serve. Siamo consapevoli che c’è ancora molto da fare” – continua – “Sono curioso di vederli in quello stadio, davanti a quel pubblico. Servirà una gara di personalità”.

Sulla partita: “Nel calcio contano tante variabili, non possiamo pensare di paragonarci ad un gruppo compatto come la Fiorentina perchè lavoriamo insieme da poco, anche se veniamo da un momento positivo. Sarà una gara difficilissima, loro sono più affiatati e hanno valori tecnici importanti, i risultati contano poco. Dovremmo mettere in campo una grande preparazione tattica, squadre di qualità come la Fiorentina ti puniscono al minimo errore: hanno giocatori forti, ma questa è la serie A”.

Su Pioli: “Io e Stefano abbiamo giocato sette anni insieme, e non è la prima volta che ci affrontiamo. Sappiamo cosa ci aspetta sul campo, quando si gioca bisogna essere concentrati su quello che c’è da fare. Chiaramente la stima e il rispetto restano, vanno oltre tutte queste cose.

Sui giocatori:  “Acquah gioca? Valutiamo di partita in partita chi scende in campo in base al discorso tecnico e tattico che stiamo cercando di fare. Tutte le partite possono essere adatte agli uomini in rosa, noi dobbiamo considerare chi ha recuperato e chi sta bene” – e poi, su Pasqual e Antonelli“Dobbiamo verificare meglio con lo staff medico, hanno avuto qualche problemino ma speriamo di averli entrambi”.

Sul gioco: Non mi interessano gli appellativi, quello che so è che le mie squadre hanno sempre avuto un buon potenziale offensivo: lavoro su quello, e sulla fase di non possesso, che per me è un discorso di squadra. Possiamo migliorare sia come prestazioni a livello di linea e di zona, sia nelle individualità: le potenzialità e i margini ci sono, e stiamo andando in quel senso.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy