Cagliari, Maran: “Deiola e Pellegrini titolari domani. Bradaric non è al top”

Cagliari, Maran: “Deiola e Pellegrini titolari domani. Bradaric non è al top”

Ha parlato Rolando Maran alla vigilia del match tra il suo Cagliari e il Parma: una gara fondamentale per la stagione dei sardi.

di Carlo Cecino, @CarloCecino
Maran Cagliari 2018-2019

La vittoria manca dal 26 dicembre (1-0 alla Sardegna Arena contro il Genoa, ndr) per un Cagliari che domani nell’anticipo delle 18:00 ha assolutamente bisogno di punti. La zona bassa della classifica si fa sempre più corta e ora i sardi hanno solo tre punti in più dell’Empoli terzultimo. In Sardegna arriveranno i ducali del Parma e a tal proposito, nella conferenza stampa di Asseminello in vista della gara casalinga, Rolando Maran ha riportato queste dichiarazioni.

LE PAROLE DI MARAN

Maran, che è stato blindato in settimana dalla società e che non è in discussione, deve fare la conta degli infortunati: In questo momento non abbiamo tanti disponibili. Ci mancheranno 7-8 uomini. Cacciatore, Birsa e Thereau sono infortunati, Oliva e Despodov in ritardo di condizione, mentre Faragò non dovrebbe essere della gara. Anche Cerri si è fermato, invece Romagna lo porto ma non sta bene“.

Sulle scelte di domani: Credo confermerò Pellegrini dal primo minuto, mentre Bradaric ha aggiunto una settimana di lavoro. Non è al top ma la sua condizione sta crescendo, devo solo capire se domani è al 100%. Deiola in questo momento ci può essere molto utile. Ha grandi chance di partire titolare“.

Sulla partita: Domani dobbiamo essere forti e affrontare la situazione da uomini, scrollandoci tutti i pensieri di dosso e dando il massimo. Serve mettere sul campo una grande prestazione, con un atteggiamento più sfrontato. Lo abbiamo sempre avuto nelle corde, ma in questo periodo non ci viene automatico. Stiamo lavorando per questo“.

Sul Parma: La squadra di D’Aversa ha fatto tanti punti fuori casa, gioca con un baricentro basso e ti aspetta per poi ripartire in contropiede. Dovremo essere bravi a non fare errori come quelli dell’andata, anche se il Parma ha giocatori come Gervinho e Inglese che possono farti male anche se sei bravissimo. Serve la massima concentrazione“.

Sul modulo: Moduli? Durante l’anno ne abbiamo provato tanti e a Milano siamo anche tornati al rombo. Ma in questo momento è necessario giocare dando tutto, a prescindere dal modulo e a prescindere da tutto”.

Chiosa finale sull’età media della sua squadra: Il Cagliari è una delle squadre più vecchie? Forse anche questo è uno dei problemi in questo periodo, perché chi ha più esperienza sente più responsabilità di dover dare il massimo e magari non ha la testa sgombra; so che ora dobbiamo risolvere soprattutto un problema di testa“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy