Bologna, Mihajlovic: “Santander è tra i convocati. Ho molte possibilità per il tridente”

Bologna, Mihajlovic: “Santander è tra i convocati. Ho molte possibilità per il tridente”

Il tecnico rossoblù ha presentato alla stampa il match casalingo contro il Genoa.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

La rocambolesca vittoria a San Siro alla prima sulla panchina del Bologna ha dato fiducia a Sinisa Mihajlovic, che però preferisce rimanere con i piedi per terra e invita la sua squadra a non montarsi la testa e a scendere in campo domani senza sottovalutare il Genoa.

LE PAROLE DI MIHAJLOVIC

Tra Inter e Genoa: “La partita con il Genoa è più difficile di quella con l’Inter: perdere a San Siro ci poteva stare, domani invece dobbiamo fare risultato perché altrimenti aver vinto a Milano serve a poco. È vero che quando vinci contro una big ti cresce autostima, fiducia, coraggio, ma non significa che basta entrare in campo con il Genoa per vincere. Abbiamo preparato al meglio la sfida di domani, sapendo che giochiamo in casa e sapendo che, se facciamo le cose per bene, possiamo vincere. Il Genoa è una buona squadra, allenata bene e non vengono qui per perdere. Dobbiamo essere sempre equilibrati. Vincere significherebbe uscire dagli ultimi 3 posti”.

Su Santander: “Si è allenato ieri con il gruppo. Sta bene ed è convocato”.

Sulla formazione: “I giocatori sanno che non devono sbagliare atteggiamento. Sanno benissimo quello che va fatto: se si sbaglia il gol non importa, se si sbaglia atteggiamento mi arrabbio. In Italia succede spesso che si sbaglia atteggiamento e allora bisogna battere il tasto su questo. Ma ho fiducia nei ragazzi. Io voglio avere in campo la squadra sapendo cosa mi danno, quanto si impegnano. Se c’è una prestazione all’altezza, è difficile che arrivi il risultato. Ho molte possibilità per il tridente: tra Palacio, Sansone, Falcinelli, qualcuno giocherà sicuramente. Prima di ogni partita ho sempre qualche dubbio. Guardo gli allenamenti, vedo come stanno i miei, vedo chi abbiamo di fronte e poi decido. L’importante è che i miei siano concentrati o motivati, che quando arriva l’occasione la sfruttino. Ma devono meritarsela in settimana. In difesa? Non abbiamo fenomeni, quindi faccio giocare chi mi convince di più. Gonzalez ha fatto bene a San Siro e domani può giocare. Calabresi o Mbaye? Per San Siro ho deciso domenica mattina: Mbaye ha fatto bene, ma sono sicuro che anche Calabresi avrebbe fatto bene. Per me sono tutti importanti e cerco di tenere tutti sulla corda”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy