Atalanta, Gasperini: “L’assenza di Gomez è pesantissima”

Atalanta, Gasperini: “L’assenza di Gomez è pesantissima”

Il tecnico dei bergamaschi è intervenuto alla vigilia del match casalingo contro il Genoa.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby
Atalanta, Gasperini:

Continua il momento d’oro dell’Atalanta, che sogna di accaparrarsi un posto in Champions League dopo aver agguantato la finale di Coppa Italia. Per farlo, gli uomini di Gian Piero Gasperini non dovranno assolutamente mollare punti in Campionato e, malgrado l’assenza di un leader come Gomez, dovranno inseguire la vittoria anche domani contro il Genoa.

LE DICHIARAZIONI DI GASPERINI

Sulla partita: “L’andata è stata una partita pesante, l’abbiamo finita in nove, con De Roon uscito con una caviglia rotta. Il Genoa l’ha interpretata in toni agonistici molto accesi, che gli sono stati permessi. Se avessero giocato spesso così non sarebbero in questa situazione di classifica, ma evidentemente in quel momento c’erano ancora dei motivi di rivalsa molto forti. Quella di domani sarà un’altra gara, ma rimane comunque importante: dobbiamo stare attenti, perché è una squadra che ha bisogno di punti. Con noi hanno dimostrato di avere il dente avvelenato e dovremo pensare esclusivamente al nostro obiettivo e giocare la nostra partita. È molto importante, sappiamo benissimo qual è la classifica. Vincere domani vorrebbe dire mettere una seria ipoteca sul Campionato”.

Sugli indisponibili: “Manca soltanto Toloi, anche per questo è una stagione straordinaria. Anche Barrow ha recuperato”.

Sull’assenza di Gomez: “È pesantissima, ma dobbiamo superare anche questa gara. Ha avuto una crescita, anche se già giocava su alti livelli. Negli ultimi mesi ha avuto un ascendente e un carisma anche sulla squadra. Non è solo un giocatore straordinario, ma è anche di grande peso per il gruppo. Abbiamo perso Ilicic l’altra volta, ora lui. Ma in un campionato ci sta”.

Sulla formazione: “Ibanez è un buon giocatore, come Reca. La formazione sarà quella, in panchina avremo Ibanez, Reca e Pessina. Potremo variare un po’. Possiamo provare qualche soluzione dal punto di vista tattico, ma basandoci su questi undici giocatori. Castagne ha giocato più offensivo. Qualche soluzione c’è”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy