Atalanta, Gasperini: “In porta vedremo Berisha, Toloi è un leone”

Ha parlato oggi a Zingonia in conferenza stampa il tecnico dei bergamaschi in vista della sfida casalinga contro l’Inter domani alle 12:30.

di Giuseppe Ronco

Gasperini, in conferenza stampa a Zingonia, parte dalla gara contro il Barcellona per mettere a fuoco l’avversario che l’Atalanta dovrà affrontare domani tra le mura amiche: Martedì ero allo stadio per Inter-Barcellona: pur contro una squadra di primissima fascia e subendo più di loro, il nostro avversario di domenica è riuscito a costruirsi le sue occasioni, è stato pericoloso ogni volta che entrava in area.” 

LE PAROLE DI GASPERINI

Il tecnico prosegue parlando della squadra di Spalletti: “Hanno vinto le ultime sette gare, insieme a Juve e Napoli stanno facendo un campionato a parte, su grandi ritmi. Sono solidi, forti, con una grande difesa dietro, un attacco importante, un seguito enorme e una fame che la rende diversa dall’Inter vulnerabile degli altri anni: insieme al Napoli può far paura alla Juve”.

Continua, poi, a fare il punto sulle condizioni della squadra, sciogliendo qualche dubbio di formazione:Sarà una sfida a viso aperto, noi conosciamo l’avversario e l’avversario ci conosce. Toloi ieri si è allenato e anche bene, proverà nuovamente oggi: ha ancora fastidio, ma è un leone e tiene molto alle grandi sfide come questa. Ho già fatto la formazione e ho già deciso chi gioca, posso dirvi solo che in porta vedremo Berisha, mi fermo qua”.

Arrivano poi i complimenti a Palomino, in aria di convocazione, e Gagliardini, ex di giornata esploso proprio sotto la sua guida :”So che Palomino è molto seguito dalla Nazionale argentina, Samuel mi ha chiesto di lui. Credo verrà convocato a breve, è sicuramente un osservato speciale. Dovrà limitare le situazioni ad Icardi, ma la sfida è Atalanta-Inter, non Palomino-Icardi. Quanto a Gagliardini, sono contento per lui, l’ho visto giocare con energia. Giovani come lui a contatto con grandi ambienti magari pagano all’inizio per poi venire fuori alla distanza. Con me ha giocato sei mesi, facendo molto bene”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy