Bologna, si anima il mercato

I felsinei, invischiati nella lotta salvezza, cercano di rimediare sul mercato

di Fabio Cancemi

Appena concluso il girone di andata, il Bologna di Inzaghi si ritrova in una posizione di classifica piuttosto complicata. Nel tentativo di ottenere una salvezza tranquilla, la società emiliana sta attivandosi sul mercato al fine di rimpolpare la propria rosa e, auspicabilmente, migliorare in quanto a tasso tecnico.

I rossoblù, secondo quanto riportato da “Sky Sport“, sarebbero vicinissimi all’acquisto di Roberto Soriano, centrocampista in forza al Torino (ma di proprietà del Villareal) e Nicola Sansone, esterno offensivo, anch’egli di proprietà dei “Yellow Submarine”. Il Bologna avrebbe battuto la concorrenza di Genoa e Cagliari per portare i due giocatori nella città emiliana. Due innesti che potrebbero risultare fondamentali per centrare la salvezzaSoriano ha mostrato in passato, quando vestiva la maglia della Sampdoria, di poter essere un fattore determinante in Serie A. Allo stesso modo, Nicola Sansone ha fatto vedere grandi cose ai tempi del Sassuolo e può rappresentare un acquisto importantissimo per lo scacchiere di Inzaghi. L’esterno d’attacco ha determinate caratteristiche che mancano nella rosa felsinea e che potrebbero anche permettere un cambio di modulo, in caso di necessità.

Il mercato dei rossoblù sembra, insomma, promettere grandi cose. La dirigenza avrebbe, infatti, promesso a Filippo Inzaghi ben altri tre innesti.

COME CAMBIA IL BOLOGNA CON SORIANO – SANSONE?

I due nuovi arrivi sono entrambi giocatori che possono giocare in  diverse posizioni nella zona offensiva del campo, ma che è possibile vederli, soprattutto Soriano, come centrocampista centrale. Il giocatore del Torino, in prestito dal Villareal, non disdegna, però, di giocare come esterno sinistro, come già fatto in passato in Spagna, o come trequartista, passando quindi al 3-4-1-2, dove andrebbe a sostituire nel ruolo Dzemaili. Nicola Sansone, così come Soriano, ha ricoperto nella sua carriera diversi ruoli nascendo come attaccante esterno nel 4-3-3, ma venendo utilizzato più volte anche come seconda punta in un attacco a 2.

Se il Bologna rimanesse con l’attuale modulo, il 3-5-2, Sansone andrebbe a giocare al fianco di Santander in attacco come seconda punta, mentre Soriano sarebbe uno dei centrocampisti centrali, togliendo di fatto il posto ad uno dei giocatori attuali presenti in rosa in quel ruolo. Proprio l’arrivo di Soriano come centrocampista centrale porterebbe il Bologna ad uno sfoltimento della mediana, con uno tra Pulgar o Donsah probabile partente. Con il passaggio al 4 – 3 – 3, modulo poco usato da Inzaghi in questa stagione, Soriano rimarrebbe come centrocampista centrale, mentre Sansone tornerebbe nel suo ruolo originario di attaccante esterno con uno tra Palacio, Orsolini o Orji sull’altra fascia e Santander punta centrale.

Tutti possibili scenari che comportano comunque la presenza quasi sicura in campo di Soriano e Sansone, che potrebbero essere delle sorprese nella seconda parte di campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy