Udinese, De Paul trascinatore: “Sono in un buon periodo. Nazionale? Sono fiducioso”

Il centrocampista dell’Udinese Rodrigo De Paul, autore della quarta rete stagionale ieri contro il Chievo, ha parlato del suo periodo di forma nel post-partita.

di Marco Spartà, @marcosparta91
De Paul

La vittoria contro il Chievo di ieri in trasferta per 2-0 ha permesso all’Udinese di balzare al settimo posto in classifica con 8 punti. I friulani hanno trovato il secondo successo grazie alle reti di De Paul e Lasagna. Quella di ieri è stata la quarta rete in Campionato di Rodrigo De Paul in cinque gare, tanto da essere al momento il miglior marcatore della formazione bianconera, nonché al secondo posto nella classifica cannonieri generale, a pari merito con Insigne e Defrel. Il centrocampista argentino, autore sin ora anche di un assist, si sta rivelando un vero e proprio trascinatore, in grado non solo di segnare, ma anche di offrire giocate e reggere il gioco della squadra. Una vera rivelazione dunque, che sta facendo sognare i tifosi dell’Udinese, speranzosi di un buon piazzamento in classifica.

DE PAUL: LA FORZA È NEL GRUPPO

Il giocatore, protagonista assoluto in questo avvio di stagione da incorniciare, ha rilasciato un’intervista a UdiNews TV nel post-partita, parlando del suo rendimento e di quello del club. L’argentino ha affermato: “In quel momento, quando sei vicino alla porta, devi decidere in un secondo che cosa fare. Sono fiducioso e in un buon periodo di forma, anche la squadra si fida di me e i miei compagni mi permettono di concludere, ma se vedo un compagno libero devo prendere la decisione migliore. Sono felice per la rete messa a segno e per i 3 punti importanti per la squadra”.

De Paul ha poi proseguito: “In squadra tutti attacchiamo e tutti difendiamo, è una decisione presa dal mister quando è arrivato ad Udine. Siamo una formazione compatta a cui è difficile segnare. Dobbiamo continuare con questo andamento. Adesso recuperiamo perché mercoledì ci attende contro la Lazio ancora una finale”.

DE PAUL E LA CHIAMATA IN NAZIONALE

Infine, il centrocampista, che ha già eguagliato dopo cinque giornate lo score di reti messe a segno nella passata stagione, ha concluso con una dichiarazione in merito ad una sua possibile convocazione nella Nazionale argentina: “So che è difficile arrivare in Nazionale e sono consapevole che di giocatori miei connazionali di qualità ce ne sono tanti. Io devo solo continuare così, aspettando la chiamata. Fiducioso che possa arrivare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy