Casa Udinese: 3-0 contro l’Al-Ain, ancora Matos sugli scudi

Oltre al brasiliano in gol per l’Udinese anche Samir e Widmer.

di Mauro Miani, @mauromiani90

Prima vittoria in precampionato per l’Udinese di Iachini, a farne le spese sono gli arabi dell’Al-Ain. Il tecnico friulano, rispetto all’amichevole con il CSKA Sofia, cambia 11/11 inserendo molti giovani come De Paul, Balic, Jankto ed Evangelista, ed è proprio da loro che si vedono le cose migliori.

UDINESE – AL AIN 3-0 – TABELLINO

UDINESE (3-5-2): Scuffet; Bubnjic (85′ Serafin), Angella, Samir; Edenilson (79′ Widmer), Lucas Evangelista (73′ Badu), Balic (60′ Iniguez), De Paul (60′ Hallfredsson), Jankto (79′ Armero); Matos (73′ Zapata), Harbaoui (60′ Perica).
A disp: Karnezis, Perisan, Felipe; Danilo, Lodi, Heurtaux, Kone, Thereau. All. Iachini.

Marcatori: 20′ Matos, 63′ Samir, 84′ Widmer.

UDINESE – AL AIN 3-0 – MATCH REPORT

Buon test per i ragazzi di Iachini contro l’Al Ain, con vittoria per 3-0. Il tecnico bianconero dà spazio a chi non ha giocato a Sofia, e lanciando per la prima volta da titolare Balic e De Paul. L’argentino conferma le splendide impressioni, e con Jankto forma una catena di sinistra velenosissima. Proprio il ceco rifornisce spesso Harbaoui di palloni, ma il tunisino non centra la porta in due occasioni. Nel mezzo una buona occasione per gli avversari con Fayez, che spara alto sugli sviluppi di corner, e il vantaggio bianconero. Dopo un bel tiro di Lucas Evangelista, tra i migliori in campo, le zebrette guadagnano una punizione, che lo stesso brasiliano batte sulla testa di Angella. Il capitano di giornata prolunga sul secondo palo, dove Matos anticipa anche Bubnjic e insacca, sempre di testa, il terzo gol del suo precampionato. La prima frazione si chiude con lo squillo di Caio, che chiama Scuffet a una bella parata all’incrocio dei pali.

Dalitc cambia 11 undicesimi nella ripresa, mentre Iachini conferma i suoi. Il solito Jankto dalla sinistra crea subito un’occasione per Harbaoui, che calcia alto da buona posizione. La cattiva stella del tunisino si conferma anche in due successive occasioni. Dapprima infatti il classe ’85 incorna fuori l’ennesimo cross del tornante ceco, e poco dopo arriva in leggero ritardo all’appuntamento con il gol su splendido assist dell’imprendibile Matos. Al 60′ Iachini inserisce Iniguez, Perica e Hallfredsson. L’islandese lascia subito il segno pennellando da corner l’assist per il raddoppio di Samir, che di testa la mette alle spalle di Busenda, che prima era stato bravo a murare il solito tentativo di Matos, questa volta con il sinistro. Nel finale l’Udinese, con qualche elemento fresco in più, dilaga e colleziona occasioni da gol, soprattutto con un volitivo Perica, sempre ben murato dalla difesa viola. Il tris lo cala Widmer, appena entrato al posto di Edenilson, con un morbido scavetto dopo aver recuperato palla ad Al Menhali. Nel finale Badu, ben imbeccato da Perica, e Zapata, servito alla perfezione da Widmer, non trovano il poker per questione di centimetri. L’Udinese vince la prima partita del suo precampionato con pieno merito e si prepara alla prossima settimana di lavoro in quel di Bad Bleiberg, in attesa di altri importanti test amichevoli.

LE PAROLE DI IACHINI

Le dichiarazioni del mister Beppe Iachini al termine della gara ai microfoni di Udinese TV.

“I ragazzi stanno lavorando bene. In queste due partite abbiamo costruito molto; stiamo crescendo sulla fase di non possesso e migliorando nella fase difensiva, non subendo gol, cosa che nelle ultime stagioni è stato un dato negativo. Abbiamo margini di crescita buoni e come crescerà la condizione, arriverà anche la lucidità sotto porta. Continuiamo a lavorare bene e tutto verrà sempre meglio, anche la manovra. Vedo l’idea di un calcio propositivo, un calcio che porta uomini in area avversaria e fa arrivare al tiro diversi elementi. Questo è quello a cui miriamo, per fare tanti gol ed essere equilibrati per prenderne meno.

Jankto?
Ancora non sono contento, perché può e deve migliorare tanto per quelle che sono le sue grandi potenzialità. Deve mettere in campo più tranquillità con la personalità giusta. Stiamo lavorando su di lui, come su tutti gli altri giocatori. 

De Paul?
E’ un ragazzo interessante, ma non poteva essere altrimenti, perché quando un giocatore arriva qua è perché ha tanta qualità. E’ qui da solo tre giorni e quindi aspettiamo anche che cresca sotto il punto di vista fisico. Però le indicazioni sono già molto positive“.

FANTAPILLS

fantapills– Continua il momento magico di Matos, terzo gol (contando la partitella in famiglia) in questo precampionato.

– Lampi di alta classe di De Paul, l’argentino sembra aver conquistato tutti ad incominciare dal tecnico.

Jankto, Balic ed Evangelista, autori di ottime prove

Bubnjic e Samir, specie nel primo tempo, non proprio perfetti.

LA SINTESI DELLA GARA


fonte udinese.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy