Torino, assist cercasi: arriva finalmente il turno di Soriano?

Torino, assist cercasi: arriva finalmente il turno di Soriano?

Il centrocampista granata non riesce a trovare molto spazio negli schemi di Mazzarri, ma potrebbe avere la sua occasione domenica contro la Sampdoria.

di Patrizia Monaco
Soriano Torino 2018

La classifica della Serie A sorride in parte al Torino di Walter Mazzarri: i granata, infatti, hanno finora collezionato 14 punti, soltanto uno in meno rispetto a squadre che, come loro, puntano ad un posto in Europa. Belotti e compagni dovranno però trovare una maggiore costanza di rendimento, poiché troppe volte hanno rischiato di perdere punti preziosi  e buttare all’aria partite decisamente alla propria portata.

La difesa, rispetto alle primissime giornate di campionato, sta subendo molto di più (ben dodici reti incassate da Sirigu, tante quanti i gol messi a segno dall’intera squadra granata). Ed è proprio il reparto offensivo che preoccupa di più, non solo i tifosi granata ma anche i fantallenatori che si ritrovano in rosa i vari elementi allenati da mister Mazzarri. Gli schemi dell’allenatore non fanno rendere al meglio gli attaccanti del Torino, in particolare Belotti che sta faticando come non mai nel cercare la via del gol (soltanto due +3 per lui finora, di cui uno conquistato su rigore).

IL TORINO E IL PROBLEMA DEI CROSS: SOLTANTO LA SPAL HA FATTO PEGGIO

Quello che risulta evidente però è anche la mancanza di “rifornimenti” nell’area avversaria: alcuni dati evidenziano infatti come nelle prime 10 giornate di campionato sono 144 i cross effettuati dai granata, stesso score ottenuto dal Frosinone, risultato ben lontano da quanto fatto registrare dalle squadre che sono più in alto in classifica (più di 230). Di questi, come se non bastasse, sono appena 43 i cross riusciti: poco meno del 30% dei tentativi, quindi, crea un pericolo in area avversaria, mentre sono 101 i cross sbagliati. Solo la SPAL, di pochissimo, ha fatto peggio della squadra di Mazzarri.

Anche a fronte di questi numeri, si comprende meglio la difficoltà di giocatori come Belotti e Zaza, bravi ad aggredire l’area avversaria e votati al gioco aereo, ad andare in gol con più regolarità. Dagli esterni i rifornimenti sono scarsi e scadenti, tra i peggiori della Serie A.

TORINO: SORIANO PUNTA A UNA MAGLIA DA TITOLARE CONTRO LA “SUA” SAMP

Proprio per questo Mazzarri dovrebbe iniziare a considerare di più Roberto Soriano: il centrocampista, arrivato in prestito dal Villareal, ha necessitato di diverse settimane per raggiungere una condizione ottimale, ma adesso reclama una maglia da titolare proprio con l’obiettivo di contribuire il più possibile alla causa granata. Il numero 6 può essere l’uomo adatto per liberare più spazi in mezzo al campo, permettendo agli attaccanti di concludere un maggior numero di volte in porta.

Certo, la concorrenza non manca e se consideriamo la costante crescita dei vari Baselli, Meité e Rincón, risulta evidente come Mazzarri debba inventarsi nuovi schemi per far coesistere più talenti possibili: immaginando un 3-4-2-1, Soriano potrebbe trovare spazio vicino a Iago Falque alle spalle di Belotti. In alternativa, in un 3-4-1-2 agirebbe proprio alle spalle del Gallo e dello spagnolo.

Di certo, non appena Mazzarri gli permetterà di stare in campo per un lasso di tempo che non sia soltanto di una manciata di minuti, Soriano dovrà sfruttare al meglio l’occasione e sfoggiare tutte le proprie idee da fantasista. E chissà che questo non possa accadere proprio domenica pomeriggio, quando il Torino volerà a Genova per sfidare la Sampdoria di Giampaolo, diretta concorrente per quanto riguarda l‘obiettivo Europa League. I blucerchiati, inoltre, rappresentano gli ex compagni di squadra di Soriano (18 gol per lui con la maglia della Samp) e se è vero che la regola dell’ex non sbaglia mai…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy