Conferenza Torino – Mihajlovic: “Voglio una reazione. Boyè gioca, Castan no. Ljajic? È a disposizione”

Il Mister serbo è intervenuto in conferenza accompagnato da Boyè e Joe Hart per presentare il match contro l’Udinese di Del Neri.

di Elisabetta Favilli, @relawen

La partita contro l’Inter ha rappresentato un passo falso nella stagione fin qui abbastanza positiva del Torino: i granata sono scesi in campo senza mordente lasciando il centrocampo completamente in balìa della squadra di De Boer. Errore imperdonabile, soprattutto se in panchina si ha un Sinisa Mihajlovic che fa dell’aggressività e del pressing sull’avversario un credo imprescindibile. Lunedì il Torino sarà ospite della Dacia Arena e l’atteggiamento in campo sarà il nodo fondamentale per dimostrare che il Torino sa imparare dai propri errori e continuare sulla scia delle buone prestazioni offerte contro Lazio, Palermo e Fiorentina.

MIHAJLOVIC SULLA PARTITA CONTRO L’INTER

“Quello che mi ha fatto più arrabbiare contro l’Inter è stata la perdità di mentalità e del nostro spirito. Nelle partite precedenti avevamo dimostrato che il nostro DNA è diverso. Contro l’Inter abbiamo sbagliato approccio, mi aspetto un’immediata reazione. Non dobbiamo sbagliare due partite di fila”.

MIHAJLOVIC SULLA DIFFERENZA DI PRESTAZIONI CASA/TRASFERTA

“Tutte le partite sono difficili, e noi dobbiamo migliorare il nostro rendimento fuori casa. Non esiste un campionato di casa e di trasferta: dobbiamo giocare sempre nello stesso modo. Io non sono venuto a Torino per vincere una volta ogni tanto, ma per andare in Europa. E non contano i punti di un mese fa, ma il fatto che nelle ultime due abbiamo fatto solo un punto. Dobbiamo migliorare la mentalità: senza accontentarci, giocare sempre con la stessa ferocia per vincerle tutte. Perde a San Siro e pareggiare con la Lazio non deve essere una cosa normale, ci deve fare incazzare”.

MIHAJLOVIC SULLA FORMAZIONE

Cambieremo sicuramente qualcosa ad Udine. Cercheremo comunque di cambiare il meno possibile, Boyé se dovesse giocare giocherà in un posto del tridente, vedremo dopo. Probabilmente come uno dei due esterni. Dovrebbe giocare titolare, comunque. Per quanto riguarda Castan, ha recuperato ma non si allena da una settimana. Penso che lo lascerò a casa. Maxi? E’ ancora sovrappeso, ma è un giocatore su cui conto molto, e nelle prossime partite gli darò le sue possibilitàDe Silvestri titolare? Può essere, non che Zappacosta non possa giocare, anzi sta molto bene. Oggi proveremo le ultime cose in allenamento e valuterò. Ho ancora due e tre dubbi”.

MIHAJLOVIC SULLA CONDIZIONE DI AJETI

Ajeti sta bene ma non ha ancora 90′ nelle gambe. E’ un giocatore diverso da quelli che ho e se continua così avrà la possibilità di giocare”.

MIHAJLOVIC SU OBI

“Si allena sempre bene, ma deve saper gestire le sue forze. Fisicamente sta bene, ma non si gestisce. Bisogna lavorare su tutti i particolari e tra questi c’è anche la gestione perché lui è molto generoso e ha troppa vogLia di fare. Correva da tutte le parti e alla fine è rimasto senza forze: lui comunque sta bene, è un giocatore potenzialmente titolare come tutti gli altri. Obi è un giocatore che ammiro molto perché abbina quantità o qualità”.

MIHAJLOVIC SU LJAJIC

Ieri si è allenato con la squadra, così come oggi si allenerà. Non penso che perda nulla per quel giorno che ha perso di allenamento. E’ a disposizione. Problema di coabitazione con Belotti? Non esiste, sono due grandi giocatori che parlano la stessa lingua. Ljajic ha sicuramente caratteristiche diverse rispetto agli altri ma come tutti gli attaccanti sono diversi dagli altri: tuttavia, non c’è nessun problema di coabitazione, si complementano tutti molto bene tra di loro”.

LE PAROLE DI JOE HART IN CONFERENZA

Joe Hart

Primo bilancio? In squadra sto bene, sono molto contento di avere la possibilità di stare qui. Sono molto deluso per quello che è successo a Milano, dobbiamo essere positivi ed andare avanti con la mentalità vincente. Mi prendo le mie responsabilità e può succedere di fare un errore come quello di San Siro. La BBC dice che tornerò in Inghilterra? Non commento, penso solo al Toro.”

LE PAROLE DI LUCAS BOYE’ IN CONFERENZA

Boye Torino

Nazionale Italiana? La mia preferenza è per quella argentina. Adesso sono tranquillo e con molto voglia di fare bene. Il Gol? Speriamo che arrivi presto. Se mi sento una sorpresa del campionato? Sono tranquillo e come detto spero di continuare così. La differenza con il calcio argentino? Là giocavo al centro, e non avevo tanto contatto con la palla, mentre dove gioco adesso sono più coinvolto. 

TORINO – REPORT INFORTUNATI

ARAMUaffaticamento muscolare ai flessori della coscia sinistra (RECUPERO 11^GIORNATA)

LJAJIC: problema gastrointestinale (RECUPERO 11^GIORNATA)

CASTANaffaticamento muscolare ai flessori della coscia sinistra (RECUPERO 12^GIORNATA)

MOLINAROrottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro(IN DUBBIO 25^GIORNATA)

AVELAR: in recupero dalla rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro (RECUPERO NON DEFINITO)

FANTAPILLS

fantapills_02, napoli, sampdoria,

Ljajic ha svolto differenziato durante la settimana, ma è a disposizione del mister.

– Probabile maglia da titolare per Boyè che potrebbe sostituire un Iago Falque apparso stanco.

Benassi e Baselli dovrebbero tornare a vestire una maglia da titolare rilevando i più che deludenti Acquah e Obi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy