Conferenza Torino – Mihajlovic: “Ljajic? La sosta gli ha fatto bene. Barreca ha la febbre”

Sinisa Mihajlovic presenta la partita contro il Crotone accompagnato dal capitano Benassi e Acquah.

di Elisabetta Favilli, @relawen

Intervenuto in sala stampa, mister Sinisa Mihajlovic presenta la partita in programma domani contro il Crotone. Non sarà un match semplice perchè se davvero il Torino vuole ambire a traguardi importanti deve vincere soprattutto contro squadre come il Crotone, deboli sulla carta ma ostiche da affrontare.

Sono le classiche partite dove se vinci è normale e se perdi è un disastro: non dobbiamo sottovalutare l’avversario, senza pensare alla classifica. Loro hanno avuti brutti risultati, ma hanno messo in difficoltà Chievo, Fiorentina, Inter e Sassuolo. Non sarà facile, non dobbiamo sbagliare atteggiamento. Se sarà una prestazione all’altezza, si vince, se no si perde: e questo vale per tutti gli avversari. L’approccio deve essere quello di sempre, e loro partono forte come noi nei primi tempi.”

MIHAJLOVIC SUL RENDIMENTO DELLA SQUADRA IN TRASFERTA

“Ogni partita è occasione buona per vincere, l’importante è dare il massimo senza sbagliare atteggiamento, mantenendo la concentrazione, sfruttando le occasioni con cattiveria e difendendo con la medesima cattiveria. Poi si può anche perdere, però bisogna uscire dal campo avendo dato tutto, seguendo i nostri principi, giocando da Toro.”

MIHAJLOVIC SULLA GESTIONE DEI MOMENTI IN PARTITA

“Ho fatto vedere ai ragazzi un po’ di partite vecchie, e abbiamo visto che partita dopo partita siamo migliorati. Ma questo dipende molto dai giocatori in campo, e da come questi gestiscono il ritmo: quando attaccare, e quando invece tirare un po’ il fiato. Ma io non ho dubbi sul fatto che i ragazzi man mano che si conoscono migliorano sempre di più, ora giochiamo con più personalità e più tranquillità. Tutto merito dell’autoconsapevolezza.”

MIHAJLOVIC SU ACQUAH

“E’ un giocatore che dà tutto quando è in campo. Deve migliorare ma in confronto a quando era alla Samp è già migliorato tantissimo. Per domani devo pensare a che cosa mi serve in campo”.

MIHAJLOVIC SU BARRECA

Barreca ha un po’ di febbre, oggi vedremo. E’ stato bravo a sfruttare l’occasione quando si è fatto male Molinaro, ma io avevo già detto prima che l’avrei fatto giocare. E’ un ragazzo giovane con i piedi per terra, ed è migliorato tanto. Allenandosi con noi, giocando in Serie A, migliori. Non ha sofferto contro giocatori come Salah, è un ragazzo con la testa, deve migliorare e diventerà uno dei più forti terzini in circolazione”.

MIHAJLOVIC SU LJAJIC

Sta bene, è cresciuto fisicamente, e domani vedremo cosa riuscirà fare. Questa sosta gli ha fatto bene, ha potuto migliorare la propria condizione”.

MIHAJLOVIC SUL PERIODO CHIAVE DELLA STAGIONE

Se giochiamo da Toro possiamo vincere contro chiunque, lo ripeto. Sulla carta ci sono squadre più forti, ma ad esempio con la Roma abbiamo vinto. Poi ci sono squadre magari inferiori, come l’Atalanta, e abbiamo perso. Ogni partita ha storia a sè. Poi in quel periodo avevamo tanti attaccanti fuori, e dunque è stato difficile. Dobbiamo crescere ancora, confermarsi è sempre difficile. Ormai le squadre ti affrontano in maniera consapevole, sarà sempre più difficile. Spero che i miei ragazzi non cadano nel tranello di sentirsi fenomeni, spero che non succeda”.

LE PAROLE DI MARCO BENASSI IN CONFERENZA

Torino FC v Udinese Calcio - Serie A

Ho fatto passi avanti nella cattiveria e nell’aggressività, riesco a recuperare il pallone con più frequenza. E mi mancava un po’ prima di Mihajlovic. Quest’anno c’è più spazo per gli inserimenti, e mi trovo in posizione più avanzata, dove piace a me”.

LE PAROLE DI AFRIYE ACQUAH IN CONFERENZA

Acquah

“Per convincere il Mister devo allenarmi bene e seguire quello che mi dice il tecnico. Se ho più possibilità di giocare domani o con Chievo? Dipende dal mister e dall’allenamento di oggi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy