Conferenza Torino – Mihajlovic: ” Belotti l’ho visto bene. Giocano Rincon e Barreca, Acquah resta e sul mercato…”

Il tecnico granata Sinisa Mihajlovic, parla a ruota libera alla vigilia della partita casalinga contro il Sassuolo. Da Belotti a Rincon, da Barreca a Baselli da Acquah a Valdifiori, per finire al mercato. Ecco tutti gli spunti per gli appassionati di Fantacalcio.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Il tecnico Sinisa Mihajlovic presenta in conferenza stampa la partita di domani al “Grande Torino”. Ecco gli spunti fantacalcistici più interessanti per le vostre fanta rose.

MIHAJLOVIC SUI SINGOLI E SULLA FORMAZIONE

Su Belotti: “Lui sta tranquillo, ma sicuramnete queste chiacchiere lo condizionano anche inconsciamente. Forse col Bologna ha fatto la peggior partita da quando sono l’allenatore del Toro. Ma questa settimana ho visto il vecchio Gallo, concentrato e attento. Si è impegnato molto, ci siamo parlati, sono convinto che domani farà una grande gara“. Ancora su Belotti:Era un’idea quella di stabilire una dead line per Belotti. “Sono comunque convinto che alla fine il Gallo rimarrà al Toro, e poi è da capire se dovesse arrivare un’offerta, cosa vorrà fare lui. Ma penso che se non è arrivata tale offerta fino a oggi, penso che non accadrà.”

Sulla formazione di domani:Sicuramente faremo qualche cambio di formazione. Gli allenamenti sono stati mirati per cercare di velocizzare il gioco. Dobbiamo mantenere le cose positive, quello che è il possesso palla, comandare il gioco, avere sicurezza nel palleggio e tutto. Poi bisogna accelerare, po dalla trequarti in su dobbiamo cercare le giocate.”

Su Rincon e Barreca: “Rincon domani giocherà. Ci deve dare personalità e geometrie, oltre che carattere. E penso che giocherà anche Barreca. Ci serve da quella parte un giocatore più veloce, visto che da quella parte c’è Berardi, che conosce per la Nazionale.”

Su Acquah: “È un giocatore importante. Ho detto alla società di non venderlo: l’offerta arrivata non è quella che è circolata, ma inferiore. È importante per noi, ci ho parlato ieri. Gli faremo allungare il contratto, lui sta bene qui.”

Su Baselli e Valdifiori: “Quando torna Baselli ho quattro giocatori titolari a centrocampo. E ho anche Valdifiori. Qualcuno giocherà di più o di meno, ma sono tutti affidabili. Bisogna solo vedere lo stato di forma di ognuno di loro e capire che tipo di gara vorremo fare.”

Mihajlovic ancora sul centrocampo granata: “Ricon e Acquah possono giocare indipendentemente a destra o sinistra. Obi e Baselli preferiscono invece a sinistra. Ma in ritiro li abbiamo fatti giocare anche a destra, apposta, per permettere loro di abituarsi. Tutti e quattro possono indipendentemente dall’una o dall’altra parte“. Ancora su Acquah e Rincon:  “Sono esperti, devono mettere fisicità. Quando poi prendono l’ammonizione, devono usare meno testa e più fisico. A volte è facile, a volte no. Comunque quando Acquah prende l’ammonizione, per un allenatore non è facile. Si guarda sempre intorno, l’allenatore, e lo manda a scaldare. Non si sa mai quel che può succedere (ride, ndr). Lui non va mai per far male, va e parte. Poi magari non si ferma, ma va fino in fondo: questo è il suo carattere e modo di giocare. E in una squadra ci vogliono anche questi giocatori.”

MIHAJLOVIC SUL SASSUOLO

Stiamo lavorando per diventare una squadra matura e forte. Il Sassuolo? Ha cambiato molto, ma ha una mentalità definita. Sono pericolosi, avanti e sulle palle inattive. Hanno molta qualità, sono tosti a centrocampo e in difesa, e hanno ottime individualità. Domani vogliamo vincere perché vogliamo cominciare la stagione con una vittoria in casa, perché l’anno scorso il Grande Torino è stato i nostro punto di forza. Se vogliamo lottare fino all’ultimo per un posto in Europa, dobbiamo migliorare l’andamento in casa e fuori casa. Ma è assurdo” continua Mihajlovic, “fare i calcoli dopo la seconda giornata. Il nostro obiettivo resta quello di sempre: imporre il nostro gioco e cercare di vincere.”

MIHAJLOVIC SUL MERCATO

Sappiamo tutti che ci serve un esterno. Con il nostro modo di giocare, ci vogliono quattro esterni. E noi ne abbiamo tre. E uno sta fuori. Si è visto anche a Bologna che non abbiamo avuto cambi. Stiamo cercando, abbiamo qualche nome che vogliamo prendere. Vogliamo un titolare, non un giocatore qualsiasi, deve avere delle caratteristiche precise.  “Boyé via? No, o torniamo a essere in tre esterni. Edera? Può, potrebbe rimanere. Lo vedo migliorato giorno dopo giorno, ho visto quanto è cresciuto dal primo giorno fino a oggi. Su di lui si potrebbe fare affidamento, ma meglio averne più che meno, di giocatori. In mezzo? Se dovesse andare via Gustafson forse prenderemo qualcuno, e forse in difesa un altro centrale. Ma la cosa fondamentale è l’esterno. Per gli altri è più facile.”

Fonte toro.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy