Casa Torino: squalificato Ljajić, Mihajlović torna in panchina e rispolvera il 433

Report del giovedì: tutte le ultime news dalla sede granata. Fermato dal giudice sportivo per un turno Ljajić, possibile ritorno al 433 con Lukić o Valdifiori in mediana. Inaugurato il nuovo stadio Filadelfia davanti a tifosi e squadra al gran completo.

di Elisabetta Favilli, @relawen

La strigliata di Mihajlović nel post partita contro il Napoli non ha sortito l’effetto sperato: ancora una volta il Torino è caduto in trasferta, questa volta per mano del Genoa, allungando a quattro le partite consecutive senza vittorie di questo finale di stagione. La mancanza di motivazioni, come spesso accade nel calcio, si è rivelata fatale per i granata che sembrano ormai avere perso la grinta e la fame che fino a qualche mese fa li contraddistingueva. L’ultimo atto granata 2016/2017 andrà in scena al Grande Torino contro il Sassuolo, partita nella quale Mihajlović – di ritorno in panchina dopo la squalifica- dovrà fare a meno di Ljajić, fermato dal giudice sportivo per un turno. Possibile quindi il ritorno al 433, modulo con il quale il tecnico serbo aveva iniziato la stagione, con l’inserimento di Lukić (o Valdifiori) a centrocampo.

TORINO: REPORT ALLENAMENTO

A seguito della partita persa contro il Genoa, Sinisa Mihajlović ha concesso due giorni di riposo ai propri giocatori prima di ritrovarsi, mercoledì, in Sisport per una sessione prettamente tattica. Alla ripresa non ha preso parte Carlão a causa di un attacco influenzale mentre Maxi Lopez ha effettuato lavoro specifico a causa di un trauma contusivo alla caviglia destra patito durante il match di domenica. Nella giornata di oggi la squadra è stata impegnata in un doppio appuntamento: la mattina tutti presenti all’inaugurazione del nuovo Filadelfia, dove la squadra d’ora in poi effettuerà gli allenamenti settimanali, nel pomeriggio ritrovo in Sisport per una sessione pomeridiana in vista della partita contro il Sassuolo. Ancora assente Carlão, programma specifico per Maxi Lopez.

TORINO: REPORT INFORTUNATI/SQUALIFICATI

Squalificati: Ljajić. Diffidati: Castan, Boyè.

Baselli, uscito anzitempo dal campo domenica per uno scontro di gioco, si è allenato regolarmente con i compagni e dovrebbe essere recuperato.

Carlão non ha preso parte alla ripresa di mercoledì a causa di un attacco influenzale. Le sue condizioni verranno valutate di giorno in giorno.

Zappacosta è stato operato alla mandibola e sicuramente non giocherà contro il Sassuolo.

INAUGURAZIONE FILADELFIA: IL TORINO TORNA A CASA

Torino Filadelfia

Sono passati vent’anni dalla demolizione della struttura originaria. Venti anni di degrado, progetti e burocrazia ma ora, finalmente, il Filadelfia è tornato a nuova vita. Il Filadelfia non è solo uno stadio, è lo Stadio dove i granata vinsero sei dei loro sette Scudetti (a cui va aggiunto anche quello revocato del 1927) ed è il campo dove il Grande Torino è rimasto imbattuto per sei anni, 100 gare consecutive, dal 17 gennaio 1943 alla tragedia di Superga. E’ quindi molto di più di una struttura da 4.000 posti a doppio campo, uno principale con manto d’erba naturale ed uno secondario con superficie d’erba mista tra naturale e sintetica, è l’unica vera casa del Torino che da oggi torna ad accogliere i granata per le sedute di allenamento settimanali della Prima Squadra e per le partite di Campionato della squadra Primavera. Queste le parole di un emozionato Urbano Cairo, artefice di questa rinascita, al cospetto delle istituzioni cittadine, della squadra al completo, dei tifosi e dei giornalisti: “Questo campo se lo meritano tutti, dai tifosi ai campioni di Superga. Qui abbiamo vinto sei scudetti, forse sette: a tal proposito, ho chiesto a Tavecchio di aprire una commissione d’inchiesta seria sul caso del ’27 perché ci è stato tolto senza prove. L’obiettivo dell’anno prossimo è fare meglio di quest’anno: eravamo partiti bene ma poi qualcosa non è andato nel verso giusto, tra rigori sbagliati e troppi gol presi. Però abbiamo una buona base e dei buoni giovani da cui ripartire per il prossimo anno. L’anno prossimo potremo toglierci belle soddisfazioni.”

FANTAPILLS

fantapills_03

– Hart si appresta a giocare quella che sarà la sua ultima partita in maglia granata prima di fare ritorno in Inghilterra dove si deciderà il suo futuro. Negli scorsi giorni si era ipotizzato che Mihajlović volesse dare l’onore della passerella a Padelli, anche lui in scadenza a giugno, ma difficilmente il serbo cambierà le gerarchie, seppure si tratti dell’ultima partita della stagione.

– Ljajić è squalificato e pertanto si rende necessario un cambiamento di modulo: in caso di ritorno al 433 verrebbe inserito a centrocampo uno tra Lukić e Valdifiori nel ruolo di regista. In caso di sperimentazione di altri moduli, invece, Mihajlović potrebbe ritentare con il 4312 con Iago Falque a supporto sulla trequarti o, addirittura, uno spregiudicato 424 di venturiana memoria con due mediani, gli esterni e due punte, anche se quest’ultime opzioni risultano remote visti i problemi fisici di Maxi Lopez.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy