Casa Torino: Cairo conferma, sarà 433

Il patron granata ha parlato in esclusiva alla Gazzetta di tattica e mercato, confermando che Mihajlović punterà sul 433.

di Elisabetta Favilli, @relawen

Un bravo tecnico, molto in gamba e capace, con la voglia di lavorare con i giovani. È un uomo di grandi ambizioni, di temperamento, una bella persona, schietta, franca e leale nei rapporti. Credo che sia un bell’acquisto anche dal punto di vista umano.

Queste le parole che Urbano Cairo ha dedicato, a margine della conferenza al Four Season, al neo allenatore del Torino Siniša Mihajlović mostrandosi più che convinto della scelta fatta per il post Ventura. Il Mister serbo si è insediato in granata da pochissimo eppure già si notano cambiamenti a livello di gestione, con la scelta di allenarsi a porte aperte, e soprattutto tattici.

UN TORINO ALL’ATTACCO CON IL 433

 

Sarà schierata la difesa a quattro e invece di due attaccanti ne avremo tre. Sarà un Torino un po’ più offensivo della passata stagione.

È lo stesso Presidente, infatti, a confermare che il modulo di riferimento del nuovo Torino 2016/2017 sarà il 433 decretando, di fatto, la fine di un ciclo che con Ventura aveva raggiunto l’apice disputando l’Europa League e ottenendo la storica vittoria di Bilbao. Ora sarà dato spazio ad un gioco più arioso e propositivo nel quale gli esterni d’attacco saranno fondamentali così come sarà fondamentale non sbagliare le scelte sul mercato.

LA RICERCA DEGLI ESTERNI E I NUOVI ACQUISTI

 

Stiamo lavorando sotto traccia per realizzare quei giusti innesti che piacciono al mister. Ovvio che sono informato su tutto, ma sono anche scaramantico. Vediamo che cosa succederà… per ora abbiamo acquistato giovani come Lucas Boyè, punta scuola River Plate, ed il difensore centrale albanese Arlind Ajeti che si è messo ben in luce durante l’Europeo.

Giovani di talento, è questa la parola d’ordine in casa granata che consegna di fatto a Mihajlović l’onere e l’onore di rivoluzionare la squadra dal punto di vista tattico ma soprattutto di continuare con l’opera di valorizzazione dei giovani cominciata da Ventura con l’auspicio che possa eguagliare e magari superare il suo predecessore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy