Casa Torino: battuto ai rigori il Benfica in onore degli Invincibili, perla di Ljajic su punizione

Nell’amichevole giocata in memoria di Eusebio e del Grande Torino la squadra di Mihajlovic la spunta alla lotteria dei rigori.

di Elisabetta Favilli, @relawen

Questa sera è andata in onda la sfida Benfica-Torino valida per l’Eusebio Cup organizzata in nome dell’antica amicizia che lega le due società ed in memoria di Eusebio e degli Invincibili del Grande Torino: sono passati 67 anni da quel 3 Maggio 1949, la data di quella che è ricordata come l’ultima partita di Valentino Mazzola e compagni prima della tragica fatalità di Superga.
Mihajlovic prima del match ha parlato ai media sottolineando quanto questa partita abbia un sapore tutto particolare, sia per l’avversaria molto più probante rispetto alle precedenti sia, soprattutto, per quello che significa per tutti i tifosi e amanti del calcio.

BENFICA – TORINO 1-1 (6-7 d.c.r.) – TABELLINO

Benfica (4-2-3-1): Paulo Lopes; Nélson Semedo, Luisão, Lisandro, Grimaldo; Fejsa, André Horta; Salvio, Chuky, Gonçalo Guedes; Mitroglou. All. Rui Vitoria.

Torino FC (4-3-3): Alfred Gomis; Zappacosta, Maksimovic, Moretti, Molinaro; Acquah, Vives, Obi; Iago Falque, Belotti, Ljajic. All. Mihajlovic.

Marcatori: 12’ pt Vives (aut.), 31’ pt Ljajic

BENFICA – TORINO 1-1 (6-7 d.c.r.) – MATCH REPORT

Mihajlovic schiera la squadra con quello che probabilmente sarà il tridente titolare dei granata, ovvero quello composto da Iago-Belotti-Ljajic. La speranza, chiaramente, è quella di riuscire a scardinare la solida difesa del Benfica. Nei primi minuti, però, com’era immaginabile, il pallino del gioco è nei piedi della squadra di casa che tenta di punzecchiare la retroguardia granata ma, nel corso dei minuti, il Torino cresce e comincia a farsi vedere in avanti con qualche scorribanda di Zappacosta, molto attivo in avvio. Al 12’ minuto una goffaggine di Gomis permette al Benfica di passare in vantaggio: su rimessa laterale avversaria, il portiere senegalese esce in presa alta ma non trattiene il pallone che viene deviato in porta da Vives, nel disperato tentativo di anticipare Mitroglou in area. Il Torino prova a reagire con Belotti che, a testa bassa, tenta più volte di inserirsi negli spazi ma viene sempre chiuso dalla difesa lusitana rendendo vani i suoi sforzi. Al 31’ arriva il gol del pareggio grazie ad una punizione calciata magistralmente da Adem Ljajic: il giocatore serbo esplode il suo sinistro mandando la palla sopra la barriera e direttamente all’incrocio dove il portiere non può arrivare.
Il secondo tempo inizia con un unico cambio tra le fila granata: fuori Obi dentro Baselli. Al 51’ è il Benfica a sfiorare il vantaggio con un tiro insidiosissimo del neo entrato Pizzi che termina di poco a lato. Al 60’ Mihajlovic decide di effettuare altri 4 cambi inserendo in formazione Padelli (Gomis), Gazzi (Vives), Martinez (Iago Falque) e Maxi Lopez (Belotti). È sempre il Benfica a tenere in mano le redini del gioco con il Torino che cerca di rubare palla e ripartire veloce. Occasione Torino al 65’ con Zappacosta che sfreccia in fascia e mette dentro per Maxi Lopez che, in area, controlla e batte verso la porta ma il tiro viene respinto da un ottimo intervento di Julio Cesar. Allo scoccare del 71’ altro giro di cambi tra le fila granata: Peres, Gaston Silva, Aramu e Boyè rilevano Zappacosta, Moretti, Acquah e Ljajic. È di pochi minuti più tardi una ghiottissima occasione per il Torino di passare in vantaggio: triangolo tra Maxi Lopez e Molinaro lanciato in area che di punta tenta di prendere in controtempo Julio Cesar ma il tiro è debole e non centra lo specchio della porta. Ulteriori due cambi per Mihajlovic: dentro Ajeti per Maksimovic e Barreca per Molinaro. Continua ad attaccare il Benfica ma la difesa granata regge bene e non fa correre pericoli a Padelli fino all’88’ quando il portiere in volo evita il gol vittoria dei lusitani su tiro a giro di Jonas, lasciato libero da Barreca. Il Torino continua a lottare alla ricerca del gol vittoria che eviterebbe i calci di rigori ma è ancora il Benfica ad andare vicinissimo al raddoppio: su corner Luisão salta indisturbato e di testa colpisce il palo. La partita termina 1-1: si va ai calci di rigore.

Segnano per il Torino: Baselli – Aramu – Boyè – Martinez – Maxi Lopez – Gaston Silva.

Fatale l’errore dal dischetto da parte di Lindelöf che consegna la vittoria dell’Eusebio Cup al Torino con un punteggio complessivo di 6-7 (d.c.r.).


FANTAPILLS

fantapills

– Ancora un errore per Gomis che si rende protagonista di un’altra disattenzione che costa il vantaggio del Benfica in avvio.
– Maksimovic ha spesso fatto partire l’azione dalle retrovie cercando di imbeccare direttamente Belotti.
– Belotti e Ljajic i più vivaci in avanti, un po’ in ombra Iago Falque.
– Maxi Lopez, nonostante l’evidente sovrappeso, ha dispensato sponde ed assist ai compagni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy