Sassuolo, il punto sugli infortuni di Letschert e Peluso. Cosa cambia ora nella difesa neroverde?

Sassuolo, il punto sugli infortuni di Letschert e Peluso. Cosa cambia ora nella difesa neroverde?

I due difensori sono usciti anzitempo durante il match di domenica contro la Lazio. Si prospetta un lungo stop per Letschert.

di Alessandro Mura

Oltre alla pesante sconfitta inflitta dalla Lazio domenica scorsa, il Sassuolo deve fare i conti con gli infortuni di due suoi difensori: Timo Letschert e Federico Peluso.

L’olandese, come temuto inizialmente, ha riportato  la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro.  Nei prossimi giorni saranno fatti ulteriori accertamenti e valutazioni ma si prospetta per lui un lungo stop.

Peluso invece, che ha sostituito proprio Letschert,  ha riportato la rottura del setto nasale, per il quale si è provveduto ad un intervento chirurgico presso la Clinica Paideia di Roma, per la riduzione della frattura stessa. Dopo la sosta potrebbe tornare a disposizione indossando una maschera protettiva.

Per mister Bucchi sarà particolarmente pesante l’assenza di Letschert, l’olandese era infatti diventato un pezzo fondamentale nel 3-5-2 disegnato dal tecnico ex Perugia. Cambierà qualcosa negli schemi difensivi neroverdi? Gli infortunati di domenica si aggiungono agli già indisponibili Goldaniga e Dell’Orco, l’ex Palermo è stato operato settimana scorsa per un’ernia inguinale, mentre il giovane terzino sinistro è ancora in fase di rieducazione, a seguito della rottura del legamento crociato avvenuta il maggio scorso. L’emergenza difensiva potrebbe spingere Bucchi a tornare alla difesa a 4, sono infatti solo due i centrali disponibili ad oggi: Acerbi e Cannavaro. L’unica nota lieta per Bucchi è la pausa per le nazionali, il mister avrà infatti il tempo necessario per provare nuove soluzioni difensive, da attuare nel delicatissimo match del 15 settembre, che vedrà i neroverdi ospitare il Chievo Verona al Mapei Stadium.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy