Conferenza Sassuolo – Di Francesco: “Defrel non è al 100%, recuperato Mazzitelli”

Conferenza Sassuolo – Di Francesco: “Defrel non è al 100%, recuperato Mazzitelli”

Il tecnico neroverde davanti ai microfoni alla vigilia dell’anticipo in programma domani alle 18:00 con la Lazio. Recuperati gli acciaccati Defrel e Mazzitelli anche se è probabile che entrambi siedano in panchina. Di Francesco evita il discorso sul suo futuro.

di Alessandro Mura

La città di Sassuolo vuole continuare a sognare, dopo l’esaltante vittoria della Primavera di mister Mandelli al torneo di Viareggio, i tifosi neroverdi sperano di continuare a gioire pure domani al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Nonostante il match con la Lazio sia in programma per le 18:00, orario che solitamente non fa registrare record di affluenza, anche se domani ci si aspetta una buona affluenza sulle gradinate: saranno infatti presenti i giovani vincitori del torneo di Viareggio per raccogliere l’applauso dei propri tifosi. Spostiamo ora l’attenzione al match di domani e pertanto vi proponiamo i principali spunti della conferenza stampa di mister Di Francesco.

DI FRANCESCO SULLA SALUTE DELLA SQUADRA

“Il mio Sassuolo è in crescita, avere tutti a disposizione è un fattore positivo, recuperiamo anche Mazzitelli che per noi è importante. Molti giocatori hanno messo più lavoro nelle gambe, Defrel non è al 100% ma si è messo a disposizione anche lui; questo è importante per la squadra. Dobbiamo dare il massimo da qui alla fine del campionato, dobbiamo migliorare la classifica in cui non c’è ancora la certezza aritmetica di niente”.

DI FRANCESCO SULLA LAZIO

“La Lazio sta facendo un ottimo campionato, ha un allenatore che lavora molto bene e ha diversi giocatori di primo livello: Milinkovic Savic è una grande sorpresa e ha tutto per diventare un Top player, anche se il loro giocatore più importante credo sia Biglia, per qualità e per l’equilibrio che dà alla squadra. Un po’ come per noi è Magnanelli. Giocare contro la Lazio deve darci tanti stimoli, a livello individuale ma anche di squadra. I giocatori non devono commettere l’errore di pensare di mettere in mostra le loro qualità senza pensare al gruppo. Ripartiamo dai primi sessanta minuti visti contro la Roma”.

DI FRANCESCO SULLA VITTORIA DEL VIAREGGIO

Il torneo di Viareggio che i ragazzi hanno fatto ha messo in mostra il grande lavoro della società, di Mandelli e di Palmieri. L’anno scorso la prima squadra ha fatto qualcosa di straordinario, ora è toccato alla Primavera. Nel settore giovanile devono continuare a lavorare senza accontentarsi, una prima squadra non può lavorare bene senza un buon settore giovanile. Dell’Orco ha avuto una enorme crescita, ma non è detto che domani giochi, qua nessuno è un titolare fisso. A volte sono stati messi in campo per necessità e per questo dico che devono essere messi in campo quando sono pronti. Bisogna essere bravi a capire quando è il momento opportuno. Non getterò nella mischia dei giocatori della Primavera solo perché hanno vinto il Viareggio”.

DI FRANCESCO SUL FUTURO

Si è parlato davvero tanto del mio futuro ma io ho in testa la Lazio e il Sassuolo. Ritengo che nel calcio ci siano molte chiacchiere e tante cose sono date per fatte quando non lo sono. Qui si possono far maturare molti giovani, che come avete visto sono numerosi in questo ambiente. Chi ha meno esperienza deve scendere in campo quando è pronto, Adjapong ne è un esempio, ma anche Pierini. E’ ovvio, sto facendo delle valutazioni su di loro, anche su Scamacca“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy