Conferenza Sassuolo – Di Francesco: “Missiroli va gestito, Defrel non al 100%” – Acerbi: “Sto bene”

Conferenza Sassuolo – Di Francesco: “Missiroli va gestito, Defrel non al 100%” – Acerbi: “Sto bene”

Acerbi e Mister Di Francesco sono intervenuti in conferenza stampa per presentare il match contro l’Empoli.

di Elisabetta Favilli, @relawen

Stagione difficile per il Sassuolo, per il quale il doppio impegno e i numerosi infortuni hanno pesantemente condizionato l’andamento in classifica. Domenica al Mapei Stadium arriverà l’Empoli di Martusciello ed i neroverdi hanno la possibilità di regalare un risultato positivo ai propri tifosi viste le difficoltà ad andare in gol della squadra toscana in questa prima parte di Campionato. Un importante appuntamento, nel quale i ragazzi di Di Francesco non possono sbagliare nonostante la reiterata assenza di Berardi ed il recente infortunio di Politano.

DI FRANCESCO SULL’EMPOLI

“E’ un match fra due formazioni che meriterebbero di più rispetto all’attuale classifica, ci attende una partita difficile, e loro la renderanno ancora di più con il loro atteggiamento tattico”.

DI FRANCESCO SUI TANTI INFORTUNATI

Non sono un limite ma un dato di fatto, sugli esterni ho poche alternative, c’è Pellegrini, dovrà gestire Missiroli che è appena rientrato, nemmeno Gregoire è al 100%.  In settimana il gruppo ha lavorato, ci ha messo applicazione e questo è un aspetto che mi conforta”.

SULL’IMPORTANZA DI VINCERE DOMANI

“Una gara importantissima per la nostra classifica, il Sassuolo ha voglia di rilanciarsi, l’eliminazione dall’Europa dispiace, ora il nostro obiettivo è riprendersi il terreno perduto. Nessun di noi ha fatto tabelle, ci sono da fare solo più punti possibili”. 

LE PAROLE DI ACERBI IN CONFERENZA

Acerbi

“E’ normale che giocando ogni tre giorni le energie psicofisiche calino, è fisiologico. Ora dobbiamo concentrarci sul campionato. Sono tornati anche dei giocatori e anche questo è importante. L’eliminazione dall’Europa League ha lasciato un po’ l’amaro in bocca ma ora dobbiamo cambiare ottica e pensare al campionato”.

ACERBI SUI NUMEROSI INFORTUNI

“Non abbiamo mai voluto che diventassero un alibi, ma gli infortuni sono sotto gli occhi di tutti. I giovani che hanno giocato hanno dato sempre tutto. Ovvio che ci siano state delle difficoltà visto che per molti è il primo anno in A o il primo anno in Europa League ma questa squadra ha carattere, ha sempre dato il massimo, cerca sempre di migliorarsi e ora sono cresciuti anche i nuovi arrivati. Se parliamo di fortuna quest’anno ne abbiamo avuta ben poca, spesso abbiamo preso gol al primo tiro in porta. Fare un risultato positivo a Napoli era importante per noi, non potevamo uscire dal San Paolo con zero punti. L’obiettivo ora è andare alla sosta natalizia con un bel bottino di punti”.

ACERBI SUL SUO IMPIEGO COSTANTE

Sto bene e non ho intenzione di riposarmi, ci penserò quando sarò morto al riposo. Adesso cerco di tirar fuori qualcosa in più, anche quando la stanchezza si fa sentire cerco di andare oltre, bisogna fare così”.

ACERBI SULLA MANCATA CONVOCAZIONE IN NAZIONALE

“Se fossi il mister della Nazionale e pensassi che un giocatore è valido lo convocherei, indipendentemente da dove gioca. Ma sono molto sereno, non penso alla Nazionale, è il compito del mister guardare un sacco di giocatori e scegliere, nessun problema con le sue scelte, ci mancherebbe altro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy