Casa Sassuolo: 3-0 al Lucerna, Berardi show e qualificazione

Casa Sassuolo: 3-0 al Lucerna, Berardi show e qualificazione

Gli emiliani trionfano per 3-0 contro il Lucerna, grazie alla doppietta di Berardi e alla rete di Defrel. Domani alle 13 il sorteggio da Nyon.

di Titty Cerquetti, @tittyna

È una serata storica per il Sassuolo, che dopo il pareggio per 1-1 in Svizzera con Berardi che realizza su rigore il primo goal europeo degli emiliani, ottiene anche la sua prima vittoria e una qualificazione per nulla scontata. Una vittoria meritata, conquistata senza snaturare il proprio gioco e senza mai difendere quel pareggio con goal che poteva invitare qualche pavido a cercare lo 0-0. Ma Di Francesco lo aveva detto alla vigilia e lo ha dimostrato in campo: il Sassuolo gioca per vincere. E vittoria è stata.

SASSUOLO – LUCERNA 3-0 – TABELLINO

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini (dal 72′ Sensi), Magnanelli, Duncan; Berardi (dal 73′ Politano), Defrel (dall’82 Falcinelli), Sansone. All. Di Francesco

LUCERNA (4-4-2): Zibung; C.Schneuwly, Ricardo Costa, Puljic (dall’11 Sarr) Lustenberger; Hyka (dal 72′ de Oliveira), Haas, Neumayr (dal 72′ Arnold), Jantscher; M.Schneuwly, Kryeziu. All. Babbel

Ammoniti: 8′ Sansone (S)
Espulsi: Ricardo Costa (L) al 38′
Marcatori: 19′, 39′ Berardi (S), 64′ Defrel (S).

SASSUOLO – LUCERNA 3-0 – MATCH REPORT

Al Mapei Stadium, di fronte alla capolista del campionato svizzero (2 vittorie in 2 partite), si presenta un Sassuolo tirato a lucido e deciso a puntare alla vittoria. Di Francesco schiera la stessa formazione dell’andata: 4-3-3 con Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Duncan; Berardi, Defrel, Sansone. Nei primi minuti il Lucerna prova a fare la partita per recuperare lo svantaggio maturato all’andata, ma al 19′ è Berardi a sbloccare il risultato con un sinistro preciso dal limite dell’area che batte Zibung sulla sua destra. Il goal ha il potere di dare sicurezza ai neroverdi, che controllano e ripartono cercando sempre la profondità e la pericolosità. Al 37′ è ancora Berardi a involarsi sulla destra, dribbling e tiro, il portiere respinge ancora sui piedi di Berardi che, nel momento in cui sta per calciare di nuovo, viene steso da Ricardo Costa. Espulsione diretta per il difensore e rigore per il Sassuolo. È ancora il numero 25 a presentarsi sul dischetto: botta secca e goal, con le squadre che vanno al riposo, dopo un minuto di recupero, sul 2-0 per la squadra di Di Francesco.

Nessun cambio all’inizio della ripresa, Sassuolo aggressivo e Defrel che si mostra voglioso di fare. Ci prova proprio lui, dopo pochi minuti, poi è Duncan a tentare la via della rete. Al 64′ è proprio una combinazione tra i due neroverdi a portare il terzo goal: cross preciso del ghanese che dalla sinistra spedisce il pallone dritto sulla testa del francese, che da pochi passi mette a segno il 3-0. Al 72′ escono Biondini e Berardi che lasciano il posto a Sensi e Politano. Faccia soddisfatta per Domenico, che lascia il campo tra gli applausi scroscianti di tutto il Mapei Stadium. Succede poco, al minuto 82′ esce anche Defrel per Falcinelli. La partita scorre serenamente verso la fine, con Consigli mai impegnato, fino al triplice fischio che scrive la Storia. Domani alle 13 il sorteggio dei playoff. Adesso manca solo di superare l’ultimo ostacolo per arrivare alla meta.

SASSUOLO – LUCERNA 3-0 – LE PAROLE DI BERARDI

A fine gara Berardi ha parlato ai microfoni Sky Sport: “Sapevano che sarebbe stata una partita difficile e siamo riusciti a portarla a casa. Abbiamo raggiunto un sogno, ci crediamo. Siamo contenti. Sono contento dei miei gol ma più per la prestazione della squadra perché volevano vincere. Ora lavoreremo per la prossima partita. Io diverso? Mi alleno come sempre, amo questo lavoro, mi alleno al 100% e cerco di dare il massimo anche nelle partite. Devo migliorare anche nel comportamento, ci sto lavorando. Se ho fatto bene rimanere a Sassuolo? Certo, sono contento. Nazionale? Io lavoro e deciderà il ct“.

FANTAPILLS

fantapills_02, napoli, sampdoria,Domenico Berardi, croce e delizia di tanti fantallenatori, potrebbe essere alla stagione della svolta e della consacrazione. Crederci o no? Le premesse pendono per il sì.

Solidità difensiva, centrali sempre precisi, il portiere non si discute: potrebbe essere un reparto dove pescare buoni affari a prezzi accessibili.

Duncan: presentato come possibile sorpresa lo scorso anno ha parzialmente deluso. Forse la vera sorpresa è che esploderà quest’anno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy