Casa Sampdoria: Marco Giampaolo si presenta

E’ il giorno della conferenza stampa di Giampaolo, il tecnico blucerchiato punta sui giovani, Cassano fuori dai progetti.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Conferenza stampa a Bogliasco del neo tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo, accompagnato dal presidente Ferrero e dal direttore sportivo Carlo Osti: i temi sono gli obiettivi, il mercato e Antonio Cassano.

OBIETTIVI DI GIAMPAOLO: IL COLLETTIVO

Prima di decidere dove vogliamo arrivare, è necessario creare i presupposti per arrivarci. Il resto è propaganda. La scorsa stagione la squadra ha chiuso con 40 punti, il necessario per salvarsi, ma nulla più. Quella formazione aveva una cifra tecnica per cui avrebbe meritato di più, ma evidentemente sono stati commessi degli errori. Ci dovremo migliorare. Attualmente la rosa è disomogenea: vedremo di metterla a posto il prima possibile. Per fare un calcio collettivo come il mio il ritiro è un momento di grande importanza.”

GIAMPAOLO SU QUAGLIARELLA, SILVESTRE E I GIOVANI

In conferenza Giampaolo parla anche di Quagliarella e Silvestre: “Negli anni scorsi ho lavorato con Silvestre e Quagliarella, ma io credo che ogni calciatore cambi di momento in momento. Potremmo ritrovarci molto diversi da come ci eravamo lasciati. Quali sono i profili ideali per me? Quelli che hanno dedizione, senso di appartenenza, cultura del lavoro e voglia di migliorarsi, che, nei giovani in particolare, è una benzina naturale”

GIAMPAOLO SUI GIOCATORI DELLA ROSA

Se ho parlato con Costa e Maccarone di Samp? Sì, me ne hanno parlato. Andrea è un ragazzo che mi ha dato tanto dal punto di vista umano e professionale. Correa e Carbonero? Il colombiano l’ho visto poco perché si è infortunato subito. Correa mi dà belle sensazioni, è estroso, esplosivo, devo però capire dove collocarlo. Non so se giocherà nello stesso ruolo di Saponara o in un’altra posizione.” Ancora su MaccaroneSi può essere tranquillamente giovani a 35, 36 anni. Maccarone l’ho allenato a 30 anni e a 37 l’ho trovato migliorato. Si alimentava bene, si allenava bene e dunque è la prova che si può essere giovani a prescindere dall’età anagrafica. Il carburante deve essere la passione per il proprio lavoro”.

GIAMPAOLO E IL MODULO

Il vantaggio che avevo ad Empoli è che lì i giocatori conoscevano il 4-3-1-2, mentre qui no. Ho un’idea su come giocheremo ma torno al discorso di prima: voglio conoscere i giocatori, voglio allenarli e devo farmi un’idea di come posso farli rendere al meglio rispettando le loro caratteristiche tecniche e fisiche. In linea di massima ho fatto una valutazione di ognuno, ma sulla carta e molto teorica. Nei prossimi giorni vedremo“.

GIAMPAOLO SUL MERCATO

In avanti qualcosa è stato già fatto, è arrivato Budimir che è un buon rinforzo. A centrocampo verrà fatto qualcosa, in difesa siamo sprovvisti di un terzino sinistro ma nei prossimi giorni valuteremo. Ho in mente qualche nome che rispecchia la mia filosofia, posso dare delle indicazioni sulle caratteristiche ma poi mi fermo qui. Mi piacciono i giocatori bravi, disponibili e che amano lavorare. Siamo un po’ tanti, 30, e nella prossima settimana valuterò per poi stilare la lista dei convocati per il ritiro“.

PARLA FERRERO: STOP A CASSANO

Vista la qualità, la tenacia, la voglia di Cassano di tornare in quella che era diventata la sua città gli abbiamo dato una grande possibilità, facendo uno sforzo. Oggi credo di aver fatto il possibile, ma penso sia arrivato il momento di voltare pagina. Troveremo una soluzione perché siamo due gentiluomini, ha apprezzato il fatto che l’abbia riportato qui ma bisogna voltare pagina. Apprezzo Cassano e troveremo la soluzione“.


fonti: Sampdorianews.net – www.sampdoria.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy