Focus on – Clement Grenier, Roma: la scheda fantacalcio

Alla scoperta del talentuoso centrocampista francese, primo rinforzo invernale della Roma

di Kenny Padulano, @KTeamLegend

E’ arrivato il comunicato ufficiale sul sito della AS Roma:

Il Club rende noto di aver sottoscritto con l’Olympique Lyonnais il contratto per l’acquisizione a titolo temporaneo dei diritti alle prestazioni sportive del centrocampista, fino al 30 giugno 2017. L’accordo prevede inoltre il diritto di opzione per l’acquisizione dei diritti a titolo definitivo.

La Roma lo aveva cercato già in estate, poi il suo nome è sparito dai radar di calciomercato. Ma evidentemente la trattativa è andata avanti sotto traccia sino all’accelerata improvvisa delle ultime ore. Clement Grenier è a Roma, la formula è quella del prestito con diritto di riscatto fissato a 3,5 milioni. Prenderà la maglia numero 7 lasciata libera da Iturbe ed è pronto a riscattarsi dopo un periodo difficile a Lione fatto soprattutto di tanti guai muscolari. Perché il talento del centrocampista francese non è mai stato messo in discussione, neppure da Deschamps che lo aveva selezionato per i mondiali brasiliani, ma a pochi giorni dalla partenza un infortunio in allenamento, uno strappo al bicipite femorale, lo ha costretto a restare a casa. Potrà riscattarsi alla Roma diventando così un giocatore appetibile per il fantacalcio? Vediamo di scoprirlo insieme.


 

Titolarità: Scarsa

Salute: Scarsa

Bonus: Buono

No Malus: Buono

Lega a 8: 7° slot

Lega a 10: 6° slot


PJANIC NEL DESTINO

Grenier è un classe 1991. Centrocampista centrale, 1,86 di altezza e un piede destro molto educato. Approda al calcio che conta giovanissimo, il Lione lo seleziona quando ha appena 11 anni e da lì comincia tutta la sua trafila nelle giovanili del club francese fino all’esordio nella squadra dei grandi che arriva nel 2009 quando Clement quindi è diventato appena maggiorenne. Da allora non ha mai abbandonato Lione, 7 stagioni fatte di alti e bassi, di colpi di classe e guai muscolari. Ma il talento non è mai stato messo in discussione, vive anni di grande ribalta da giovanissimo tanto da arrivare a far parte della spedizione dei blues che vincerà l’europeo U19 nel 2010. In nazionale maggiore ha meno fortuna, sia per la forte concorrenza nel centrocampo francese, sia per quei maledetti infortuni arrivati spesso nei momenti più importanti per lui, come a pochi giorni dal mondiale appunto. Il suo score attuale è ancora fermo a sole 5 presenze in blues. In bacheca può vantare anche una coppa di Francia vinta con il suo Lione nella stagione 2011/12. Lascia il Parc OL dopo 152 presenze,18 reti e 28 assist, pronto per una nuova avventura. Roma è la destinazione che voleva già da questa estate, per seguire le orme del giocatore al quale inevitabilmente è stato accostato in questi anni: Pjanic. I due condividono la crescita nelle giovanili del Lione, il ruolo di centrocampista centrale, la grande tecnica individuale, la punizione diretta come specialità della casa e ora anche il passaggio a Roma.

GRENIER: CHE UTILITÀ AL FANTACALCIO?

Questa di Roma per lui è una grande sfida. Quando lasci il club nel quale sei cresciuto non lo fai per tornare dopo pochi mesi. La formula del prestito con diritto di riscatto lo costringe a lasciare il segno in questo poco tempo. Spalletti non è uno che si affida molto al turnover, quindi dovrà essere bravo a farsi notare in allenamento e poi soprattutto a sfruttare le occasioni che gli verranno concesse. Importante innanzitutto ricordare che per il regolamento UEFA, Grenier non sarà utilizzabile in Europa League, e questa per i fantacalcisti può essere una buona notizia perché aumenta le sue chances in campionato. Ai nastri di partenza lui si presenta come ricambio di centrocampo. Se Paredes può essere considerato, semplificando, il vice De Rossi, allora Grenier potrebbe essere il vice Strootman. Quel ruolo che Spalletti ha provato a far ricoprire a Gerson senza troppa fortuna sinora. Per questi ultimi mesi di campionato serviva un giocatore più pronto del giovane brasiliano, e la scelta è caduta sul talento francese. Lui in carriera qualche volta è stato schierato anche seconda punta, ma non sembra avere il passo per fare l’esterno “spallettiano“. Ma per essere certi che nelle idee del tecnico di Certaldo non ci sia anche quella di utilizzarlo come ricambio per i 3 davanti dobbiamo aspettare la chiusura del mercato, perché se non arrivassero altri nomi allora davvero la Roma potrebbe averlo scelto anche per sostituire Iturbe andato al Torino.
Senza girarci troppo attorno i veri dubbi su di lui sono legati alla tenuta fisica. Nelle sue due stagioni migliori, quelle in cui non ha avuto troppi guai muscolari dal 2012 al 2014, ha chiuso con 56 presenze in Ligue 1, 11 gol e 10 assist, che per un centrocampista centrale al fantacalcio sono sicuramente un dato interessante. Molti di questi gol e assist, come detto, arrivano direttamente da calcio piazzato. Alla Roma un vero specialista al momento non c’è, non è escluso che possa provare a ritagliarsi questo ruolo quando in campo.
Ma dopo l’operazione all’inguine alle fine proprio del 2014 che di fatto lo ha tenuto lontano dal campo per quasi una intera stagione, e la rottura del femore circa un anno fa, per lui ritrovare spazio e continuità a Lione è stato sempre più difficile, tanto che alla fine sinora in questa stagione ha collezionato appena 4 presenze. Difficile dunque pensare che pronti-via sia un giocatore pronto su cui fare affidamento. L’invito dunque è alla prudenza. In questa sessione invernale, almeno sinora, non ci sono grandi nomi che possano accendere le aste di riparazione. Grenier ha le potenzialità per essere uno dei giocatori più ambiti, ma consapevoli di non prendere un titolare e di rischiare su un giocatore perseguitato dagli infortuni da almeno 2 anni. Il suo slot dunque non può andare molto oltre la quota scommessa. Il punto di forza fantacalcisticamente parlando resta la grande capacità nel battere le punizioni. Vi invitiamo poi ad attendere intanto la chiusura del mercato per capire davvero se arriverà un attaccante a Roma o meno, perché questo potrebbe incidere sulla sua posizione quando schierato. Poi certo, se aprite YouTube e vi cercate i suoi gol a Lione è inevitabile che un paio di rilanci sul suo nome vi verrà da farli…

LE PRIME PAROLE DI SPALLETTI SU DI LUI

Prima ancora che arrivasse l’ufficialità, il tecnico giallorosso in conferenza stampa ne ha parlato così.
E’ un calciatore che era stato seguito per sostituire Pirlo nel Milan. Ha avuto una flessione, un contrattempo nello sviluppo delle qualità e della carriera, che secondo me un ambiente come Roma, come la Roma squadra, può sistemare velocemente. Dobbiamo vederlo in pratica, lavorare con i compagni, se è come diciamo noi si può fare il paragone con Fazio che non ha giocato gli ultimi 2 anni, è venuto qui ed è entrato in punta di piedi poi si è meritato tutte le attenzioni che gli diamo, tutte sue e corrette. Nutriamo grande fiducia per il futuro e entrando qui in poche sedute di allenamento ritroverà entusiasmo e le qualità che lui ha, e sicuramente ci potrà dare una mano.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy