Conferenza Roma – Spalletti: “De Rossi se continua così ci sarà. Ultimo derby di Totti? Non lo so”

Il tecnico giallorosso Luciano Spalletti presenta il derby contro la Lazio in programma nel lunch match di domani.

di Elisabetta Favilli, @relawen

Il tecnico giallorosso Luciano Spalletti ha risposto alle domande dei giornalisti durante la conferenza di presentazione del derby contro la Lazio previsto per domani alle 12:30.

SPALLETTI E LE EMOZIONI DEL DERBY

“Le emozioni sono state molte, sono molte adesso. Il derby dà grande emozione, è una cosa bella da giocare e da vivere. E poi a me piace emozionarmi. Anzi, secondo me ho a che fare con una squadra che si emoziona e per questo mi sono trovato bene. Attraverso le emozioni si esprimono più cose, si prendono forme diverse, si comunica con più forze. Il derby è una cosa bellissima, da gustarsi. Faremo così anche stavolta. Il mio ultimo derby? Ci sono cose che possono andare a proporre di scambiare la chiave che abbiamo in mano del secondo posto. Non dobbiamo scambiarla con niente. Ora si arriva in fondo perché quella è la chiave giusta. Abbiamo tutti gli ingredienti, le possibilità, le capacità, le qualità di aprire quella porta che sarebbe la porta del paradiso. Si pensa a tenersi stretta questa chiave in mano e si va dritti”.

SPALLETTI SULLA LAZIO

“Mi sembra che la squadra abbia un metodo collaudato. Inzaghi ha dovuto sopperire anche ad alcuni singoli, andando però a rinforzare il collettivo. Sono imprevedibili grazie alla loro velocità, soprattutto in attacco. La classifica attuale conferma l’ottimo campionato finora disputato”.

SPALLETTI SULLE CONDIZIONI DI DE ROSSI

“Se confermasse quanto fatto vedere negli ultimi giorni sarebbe sicuramente dei nostri“.

SPALLETTI SUL CAMPIONATO CHIUSO NONOSTANTE I POTENZIALI 90 PUNTI IN CLASSIFICA

“È chiaro che continueremo a fare il nostro dovere. Ci siamo fatti un bel mazzo in questa stagione, non lasceremo niente di intentato. È chiaro che poi c’è la valutazione dei punti di differenza dalla Juventus, è una valutazione che va fatta in modo obiettivo. C’è margine per poter recuperare qualche punto e cercheremo di fare quello e di volta in volta vedere a che distanza siamo. 90 punti sono tantissimi, l’anno scorso mi sembra che nel girone di ritorno ne facemmo 46, che voleva dire 92 se fossi partito dall’inizio. Mi verrebbe facile difendermi ora su quella stagione di Ranieri, per cui si dice che se ci fosse stato dall’inizio avrebbe vinto il campionato, se l’anno scorso ci fossi stato io dall’inizio avremmo vinto il campionato. Non era la mia squadra come quella di quell’anno lì com’era la sua, quest’anno ho messo mano a questa squadra, l’ho voluta così, naturalmente con quello che si poteva fare in quel momento. Però è stato fatto molto, è venuta fuori una bella squadra, riuscire a fare questa quantità di punti è un obiettivo importantissimo. Se poi riuscissimo anche a raggiungere questa seconda posizione sarebbe tanta roba, perché la Juventus ha fatto vedere di essere tostissima, fortissima, per certi versi imprendibile. Arrivare dietro alla squadra che lotta per la Champions League vorrebbe dire aver fatto grandissimi risultati. È un po’ il discorso sulla partita. Il campionato è un grande box da riempire, dentro ci sono tante partite che sono altrettanti box che vanno riempiti di numeri importanti. E riuscire ad arrivare secondi è segno che ci abbiamo messo della sostanza, degli elementi. I calciatori hanno corrisposto alle aspettative, hanno lavorato in modo serio, professionale. E se riuscissimo a fare quei punti lì gli vanno fatti i complimenti”.

SPALLETTI SUL DERBY DA DISPUTARE ALLE 12:30

“Sono d’accordo con Inzaghi: il derby meriterebbe la priorità, le gare giocate in notturna hanno un qualcosa in più. Non mi piace l’orario, poi vedremo quale sarà la temperatura. L’allenamento sarà alle 17.00 e non alle 12.30 perché, al netto di quello che faremo, l’orario non è importante. Al contrario della partita, mi sarebbe piaciuto giocare di sera. In ogni caso, saremo pronti a scendere in campo alle 12.30″.

SPALLETTI SULLA TITOLARITA’ DI EL SHAARAWY DOMANI

“Qualsiasi calciatore ha le sue qualità, i suoi piccoli punti deboli. Però lui è un calciatore forte, sa attaccare spazi, copre, ripiega le lunghe distanze in pochi secondi. È importante per la classifica che abbiamo e per la Roma. A Pescara ha fatto bene, è giusto metterlo in evidenza, che si tenti di dare consigli per domani, ma la formazione la dirò all’ultimo momento e fino all’ultimo momento mi prendo tutto il tempo possibile per non sbagliare”.

SPALLETTI SULL’ULTIMO DERBY DI TOTTI 

“Non so se sarà il suo ultimo derby, non ho chiesto nulla alla società. Spero di no, bisogna capire le sue intenzioni sul continuare o meno. Anche se lavorasse in un’altra realtà lo vivrebbe comunque emotivamente da qualsiasi posizione, luogo del mondo.”

SPALLETTI SUL CAMPIONATO DISPUTATO DALLA ROMA

“L’importante è come abbiamo difeso la Roma da tutto quello che ha giocato contro di noi, è importante quanto ci siamo impegnati. Il nostro percorso è da elogiare, senza dubbio“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy