Conferenza Roma – Di Francesco: “Gonalons e Dzeko dal primo minuto, Nainggolan out”

Il tecnico della Roma è intervenuto in conferenza stampa per analizzare la partita contro Il Benevento.

di Valerio Blasi Xella

Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, è intervenuto in conferenza stampa per analizzare la sfida contro il Benevento. La squadra, dopo la buona prova contro il Verona, è chiamata a confermare i buoni risultati ottenuti sabato sera. Tante le novità sulla formazione titolare.

DI FRANCESCO SU GONALONS

Interrogato sulla possibilità che la partita contro il Benevento possa vedere l’esordio del centrocampista francese il mister ha risposto: “Volevo farlo giocare a Genova con la Samp. Credo sia arrivato il suo momento, è cresciuto tantissimo. Viene da un campionato diverso ma ci darà una grande mano.”

DI FRANCESCO SU NAINGGOLAN E SCHICK OUT

“Radja non sarà della partita quasi sicuramente, penso di recuperarlo per sabato. Ha bisogno di sfiammare questo problemino tendineo. Per l’Udinese ci dovrebbe essere. E’ inevitabile dopo partite così intense, qualche fatica è normale. Schick domenica doveva fare un allenamento di recupero perché aveva caricato tanto. Schick è arrivato qui con nemmeno 5 allenamenti sulle gambe. Non era pronto a giocare, questo piccolo fastidio che lo terrà fuori in questa e probabilmente nelle prossima gli permetterà di allenarsi.”

DI FRANCESCO SULL’ARMA FLORENZI A PARTITA IN CORSO

“Mi volete far dire la formazione! E’ una domanda che mi aspettavo. Florenzi viene da un lungo stop e due partite ravvicinate possono essere un pericolo. Più facile vederlo con l’Udinese sabato. Però può essere una buona arma partita in corso”.

DI FRANCESCO TRA DZEKO E DEFREL

Interrogato sulla possibilità di un avvicendamento tra il centravanti bosniaco e il francese, Di Francesco ha risposto confermando Dzeko dall’inizio: “E’ una soluzione, ma non in questa partita. Visto che ha trovato confidenza con il gol, rigiocherà dall’inizio.”

DI FRANCESCO SUL RUOLO DI SCHICK

Di Francesco ha parlato anche della collocazione tattica di Schick quando questo sarà pronto dal punto di vista fisico: “L’ho provato in tutti gli allenamenti da centravanti, soprattutto per un ragionamento sulla condizione. A partita in corso l’ho messo lì anche per farlo vedere e per vedere il suo stato fisico. Può giocare sia con Dzeko che con Defrel. In quel caso può cambiare anche un sistema di gioco. Cercherò di far rendere al meglio i giocatori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy