Casa Roma: si riparte, il primo giorno giallorosso

Con le visite mediche a Villa Stuart parte la stagione 2016/2017 della Roma di Spalletti.

di Titty Cerquetti, @tittyna

Si sono ritrovati stamattina a Villa Stuart, naturalmente orfani dei vari nazionali ancora impegnati all’Europeo e nelle meritate vacanze, i giocatori giallorossi per le consuete visite mediche, antipasto dell’inizio ufficiale della stagione. Infatti domani i calciatori scenderanno sui campi di Trigoria per svolgere i primi test atletici durante la seduta mattutina. Poi, dopo aver consumato al centro sportivo il pranzo, nel pomeriggio svolgeranno il primo vero allenamento della stagione 2016/2017, agli ordini di Luciano Spalletti.
Naturalmente le visite mediche di oggi sono state anche l’occasione per sentire gli umori e i propositi dei giocatori capitolini, tutti pronti ad affrontare la nuova stagione e a giocarsi le proprie carte, nonostante il dispiacere per la perdita di un compagno di squadra importante come Pjanic, passato alla Juventus.

DIEGO PEROTTI

Siamo carichi per ricominciare e siamo arrivati qui per fare i tutti i test con la voglia giusta. L’obiettivo stagionale? Una squadra come questa deve puntare allo Scudetto e deve puntare in alto in Champions. L’anno scorso abbiamo fatto molto bene e non era facile con una squadra come la Juve che non perdeva praticamente mai. Dobbiamo quindi giocare come abbiamo fatto negli ultimi 4-5 mesi, in quel modo possiamo arrivare in alto. Sono contento di ripartire, dopo quasi 45 giorni di stop mi manca il campo: sono quindi molto contento di essere tornato e di ricominciare, anche perché il corpo sente il bisogno di allenarsi di nuovo. Sono stato in Argentina dove è inverno. Sono stato con la famiglia e gli amici, ho riposato e ho fatto tutto quello che non si può fare quando si gioca e ho quindi ora tutte le energie per dare il 100%. Sono sicuro che con Spalletti si lavorerà, ma sono abituato, perché chi conosce Gasperini, sa che con lui ci si allena molto, anche il ritiro con lui al Genoa era duro. Quindi per me è solo un bene che sarà così anche con la Roma, perché, ripeto, sento che mi serve fare allenamento.  Lo scorso anno sono arrivato a gennaio ed è stato tutto molto veloce. Ma ora iniziare da giugno ed essere con i miei compagni per più tempo sicuramente sarà molto positivo per me”.

JUAN MANUEL ITURBE

Ho tantissima voglia di conoscere Spalletti. Quando ero fuori, al Bournemouth, ho seguito tantissimo il suo lavoro e quello della squadra. Ha dimostrato di essere un grande allenatore: ha preso una Roma che in quel momento non giocava bene e ha dimostrato tutto il suo valore. A volte è bello andare lontano e tornare con la testa giusta, mi è servito tantissimo. L’esperienza in Inghilterra è stata bella e ora sono qui per restare e per conoscere i miei nuovi compagni. Ho approfittato delle vacanze per tornare ed essere carico”.

KEVIN STROOTMAN

Non vedo l’ora di giocare partite: mi sento bene e il ginocchio sta bene. E’ molto importante iniziare col gruppo e fare il pre-campionato con la squadra, visto che negli ultimi due anni non l’ho potuto fare. L’anno scorso ho giocato 4 partite, ma adesso voglio tornare a dare il 100%. Non mi interessa se questo sarà l’anno di Strootman, deve essere l’anno della Roma, non il mio. Io voglio aiutare la squadra e se sarò al 100% lo potrò fare bene. Mi aspetto di lavorare tanto con Spalletti, gli ultimi 4-5 mesi lo abbiamo fatto ed è stato importante questo per noi. Eppoi dobbiamo essere pronti, al 100%, tra 5-6 settimane per i playoff di Champions League. E’ stato perfetto per me giocare 3 partite in 10 giorni con la Nazionale, perché mi sono potuto allenare ancora due settimane e giocare due gare internazionali. Purtroppo niente Europei per l’Olanda, ma ora devo guardare avanti e fare bene sia con la Nazionale sia con la Roma.

MARIO RUI

Sono contento di essere qui“. Queste le poche parole, piene di emozione, per l’ultimo arrivato in casa giallorossa.

ERVIN ZUKANOVIC

Il giocatore bosniaco ha risposto alla domanda sul suo futuro: “Rimani? Si, si. Dove vado? Si parla di Palermo e Atalanta? Si parla troppo“.

LEANDRO PAREDES

Anche il giocatore argentino ha risposto in merito al suo futuro: “Come sono andate le vacanze? Bene, grazie. Resti a Roma? Sì“.

IN ULTIMO:

La Roma ha depositato in Lega il contratto di Santos Da Silva Gerson, acquisto per la stagione 2016/17 già ufficializzato lo scorso 29 febbraio. Il calciatore classe ’97 è stato prelevato a titolo definitivo dal Fluminense.

Cambio di numero di maglia per Stephan El Shaarawy. Il faraone abbandona il 22 e torna all’antico con il 92.


Fonte: asroma.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy