Casa Roma: 89 anni di bonus al fantacalcio

“L’ala centra e Volk tira e segna… questo è il gioco!”

di Riccardo Cerrone, @riki171980

22 Luglio 1927: attraverso una fusione registrata in un ufficio in via del Vicario a Roma, tra l’Alba Roma, il Roman e la Fortitudo, prende vita l’Associazione Sportiva Roma. Oggi ricorre l’ottantanovesimo compleanno della società giallorossa, anni ricchi di discreti successi in Italia ed in Europa, senza però trovare mai quella consacrazione definitiva all’altezza di un nome e di una città cosi importante.

ROMA LA CULLA DEL BONUS DA FANTACALCIO

Eppure, a parte il Campionato 2000/2001 in cui calciatori giallorossi trainarono la squadra alla vittoria dello scudetto perrottae fecero la fortuna dei fantallenatori, le scommesse e le intuizioni su questi atleti hanno dato sempre soddisfazioni ai professionisti del fantacalcio, soprattutto perché spesso pagati meno di calciatori dai nomi altisonanti. Chi qualche anno fa scommesse sul talento di Pjanic, nelle ultime due stagioni ha raccolto certamente un bottino importante di bonus. Andando ancora più indietro, alla prima Roma di Spalletti, sfido a trovare un manager disposto a sacrificare più di 5kr sugli inserimenti di Perrotta alle spalle di Totti. E poi c’è lui, lo stesso Totti: in numerose leghe in cui rimane valida la regola dei confermati, Totti non viene battuto da decenni, confermato e riconfermato nella stessa rosa sin dal tempo degli avi. Un autentico diamante, insomma.

Ad esser sinceri ci sono stati flop, anche abbastanza clamorosi: non ce ne voglia il buon Osvaldo, ma nelle due stagioni in giallorosso ha sì messo a segno 27 reti, ma quanti malus, quanti “colpi di testa” che l’hanno reso quasi inschierabile. Discorso differente per chi pensava di far l’affare con Maarten Stekelenburg alla ricerca di bonus imbattibilità o, per dirla all’inglese, clean sheet: una disperazione continua, causata probabilmente dal suo arrivo in una Roma ancora embrionale. E non dimentichiamo di citare anche il più grande rammarico recente, state tranquilli: Edin Dzeko ha tradito tutti, perfino se stesso, nella sua prima stagione in Italia, ma proprio da questo punto può ripartire e ripresentarsi all’Olimpico vantando un credito con la fortuna e con i bonus pesanti.

GOL, ASSIST E MEDIA VOTO: LA ROMA DI SPALLETTI

Dopo questo piccolo viaggio nel passato, arriviamo ai giorni nostri: la Roma di Spalletti versione 2.0. Nei sei mesi della scorsa stagione abbiamo visto la mano del tecnico di Certaldo, con tanto di ottimi segnali che tutti i manager daStrootman fantacalcio concentrati nello stilare la lista dei preferiti per la stagione 2016/2017 devono assolutamente captare.

Che sia 4-3-3 o 4-2-4, certamente Radja Nainggolan e Diego Perotti rappresentano un valore aggiunto per ogni fantarosa: listati centrocampisti e inseriti nello schieramento tattico di Spalletti, possono portare bonus a pioggia. Ragioniamo solo su ipotesi e possibilità, perché nelle prime uscite la Roma ha abbandonato anche l’opzione “falso nueve” dando una maglia da titolare ad Edin Dzeko. Attenzione però anche a Kevin Strootman, l’olandese sembra sulla via del completo recupero, ed in amichevole ha anche calciato un paio di punizioni.

Insomma, la Roma di Spalletti versione 1.0 ha regalato bonus importanti, anche da parte dei centrocampisti. La Roma 2.0 ha già fatto vedere cose importanti, e nella stagione che comincerà oggi con la stesura dei nuovi calendari, i calciatori giallorossi saranno da scegliere nei primi slot delle vostre rose da fantacalcio. Intanto la squadra ha chiuso le valigie: sabato è prevista la partenza per Boston che darà inizio alla tournèe americana 2016.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy