Parma, D’Aversa: “Auguro a Dimarco una carriera rosea. Gervinho è devastante”

Il tecnico gialloblù ha commentato entusiasta la vittoria in trasferta per 1-0 sull’Inter di Spalletti.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Entusiasmo alle stelle per il Parma e Roberto D’Aversa che, grazie alla rete dell’ex Dimarco, si sono portati a casa i tre punti da una San Siro impietrita di fronte alla disfatta dell’Inter. Vediamo dunque assieme le dichiarazioni di orgoglio rilasciate dal tecnico gialloblù nell’immediato post-gara.

LE PAROLE DI D’AVERSA

Sulla partita: “Quando affronti una squadra del livello dell’Inter è importante anche avere dei giocatori d’esperienza come Gervinho, Bruno Alves e Rigoni. Eravamo convinti che, raggiunta la giusta condizione fisica, avremmo avuto delle soddisfazioni. Questa è una dimostrazione che quando dai sempre tutto, alla fine si viene premiati. Il pallino del gioco sapevamo lo avrebbe avuto l’Inter. Dovevamo giocare d’attesa e ci siamo riusciti. Serve anche fortuna che arriva solo con determinazione e sacrificio. Carte importanti per centrare la salvezza”.

Tra Gobbi e Dimarco: “Gobbi ha qualche problema fisico e sostituirlo è stata una scelta forzata. Fa piacere però per Dimarco, che ha fatto gol, un gol da tre punti: sta migliorando nella fase difensiva e ha dimostrato che può crescere ancora. Gli ho detto che quando ci si impegna, prima o poi viene premiato. Gli auguro una carriera rosea”.

Tra Iacoponi e Sepe: “Iacoponi è uscito perché lo ha chiesto lui. Sepe invece ha dato garanzia di poter continuare”.

Su Gervinho: “Sembra avere i novanta minuti nelle gambe? Non conoscendolo, ho condiviso sin dall’inizio il suo minutaggio. C’eravamo accordati inizialmente per soli venti minuti, poi piano piano chiedeva di restare in campo. Deve ancora raggiungere il 100%, ma per noi può essere devastante con le ripartenze. Ha scelto Parma e questo fa ben sperare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy