Casa Napoli: AAA cercasi disperatamente un cambio di rotta con la Lazio

Report del giovedì: tutte le ultime news dalla sede degli azzurri.

di Andrea De Vivo, @Andreadeviv

Martedì è stata giornata di Champions per il Napoli di Maurizio Sarri che, dopo la sconfitta con la Juventus, era chiamato ad una reazione, almeno per quanto concerne il risultato. Reazione che in realtà non c’è stata. Le assenze in attacco, che si traducono inevitabilmente in tanto gioco non concretizzato, e il periodo poco brillante anche sul piano fisico pesano come un macigno  sulla squadra partenopea. Azzurri che tornano a casa contenti a metà e con le solite due facce delle ultime uscite: bel gioco, tanto carattere, ma pochi risultati e una voglia matta di invertire la rotta.

NAPOLI: REPORT ALLENAMENTO

Dopo la gara di Champions in Turchia, il Napoli ha ripreso oggi gli allenamenti a Castelvolturno per preparare il match di sabato 5 novembre contro la Lazio al San Paolo valido per la 12a giornata di Serie A. La squadra si è divisa in due gruppi. Scarico e partitina con le porte piccole per chi ha giocato in Turchia. Gli altri uomini della rosa hanno svolto lavoro di forza e partita a campo ridotto.

Differenziato in campo col pallone per Albiol, che si rivedrà in partita dopo la sosta per le Nazionali. Milik prosegue nella sua tabella di riabilitazione al Centro Tecnico. Domani allenamento di pomeriggio.

NAPOLI: REPORT CHAMPIONS LEAGUE

RISULTATO: Besiktas-Napoli  1-1

Maledetto centravanti. Si potrebbe riassumere così la partita di Istanbul. Chissà quante volte l’ha pensato Maurizio Sarri, chissà quante altre l’avranno gridato i tifosi. Analizzando la partita però, si può sicuramente dire che quello visto contro il Besiktas è stato un Napoli convincente sul piano del gioco e del carattere. Sarri schiera quello che ormai è il suo attaccante di riserva, Gabbiadini (che torna schierabile anche in Campionato contro la Lazio), e dietro di lui, la formazione tipo: torna infatti Jorginho chiamato al riscatto dopo le ultime deludenti prestazioni.

In avvio il Napoli pare motivato. Prende subito in mano il match e spinge in attacco con costanza mantenendo sempre il possesso palla. La prima occasione è sui piedi di Callejon al 13′: percussione di Insigne sulla destra e gran cross per lo spagnolo che impatta in semi-girata di destro dall’altezza del dischetto, ma la palla finisce alta. Poco più tardi è Gabbiadini, più motivato e concreto, ad impegnare Fabri, bravo a respingere con i piedi. I partenopei rischiano poco, i turchi si vedono solo in contropiede e con il solito Quaresma, sul quale tiene bene Ghoulam per buona parte del primo tempo. La spinta del Napoli, però, è solo iniziale. Verso la mezz’ora viene fuori il Besiktas. Aboubakar sbaglia due facili occasioni grazie alla complicità di Koulibaly che passa praticamente un pallone d’oro a Quaresma, il quale imbecca il suo capitano che sbaglia incredibilmente solo davanti a Reina. Il finale del primo tempo è tutto dei turchi, la cui fase conclusiva lascia a desiderare.

E’ nel secondo tempo che si vede tutta la supremazia del Napoli: Ghoulam domina sulla fascia sinistra, ma i suoi cross non trovano sponde vincenti in area di rigore, mentre dall’altra parte, Hysaj guarda a vista Quaresma (che cambia lato di azione), impedendogli d’incidere. Ed il Napoli si fa vedere due volte, prima con Insigne (che calcia fuori di poco dopo una bella combinazione con Hamsik) e poi con Callejon, ancora una volta poco concreto. Al 78′ però episodio chiave del match: fallo di mano ingenuo di Maksimovic in una fase di gioco in cui i turchi avevano appena superato un assedio prolungato. Dal dischetto va Quaresma: Reina riesce solo a sfiorare ed i turchi passano in vantaggio. Il Napoli però reagisce subito e schiaccia gli avversari, fino a trovare il pareggio con un grandissimo gol di Marek Hamsik che dal limite scarica una conclusione potente e precisa a fil di palo per quello che sarà il pareggio finale. Una gara, tutto sommato, decisa da due episodi e da un pareggio che tiene il Napoli in corsa per il passaggio agli ottavi di finale.
Questo il commento di Marek Hamsik a fine match: “Il pareggio è d’oro, anche se nel computo complessivo potevamo anche vincere. Guardando le occasioni da gol certamente meritavamo di più, ma ce l’abbiamo messa tutta per risalire dopo il gol del Besiktas”.
Soddisfatto anche il tecnico Sarri:  “Sono soddisfatto della prestazione ma c’è il rammarico per aver concretizzato pocoLa prestazione è stata buonissima. Siamo stati corti per tutta la gara, abbiamo dimostrato solidità concedendo praticamente zero, oltre al rigore, agli avversari. E questo tipo di atteggiamento avuto dalla squadra mi dà tanta fiducia, soprattutto dopo la sconfitta di Torino, perchè abbiamo ottenuto un risultato importante su un campo difficilissimo qui in Turchia”.

NAPOLI: REPORT INFORTUNATI 

Raul Albiol: elongazione del bicipite femorale, probabile il rientro nel match esterno contro l’Udinese valido per la tredicesima giornata di Serie A, dopo la sosta per le Nazionali.

FANTAPILLS

fantapills_02, napoli, sampdoria,

Mertens: il belga sembra in fase calante dal punto di vista fisico. Entrato nel secondo tempo, incide pochissimo, prova per due volte il tiro da fuori sbagliando in entrambi i casi la conclusione. Valutate la panchina per lui questa giornata.

Callejon: sprecone come non mai. Arriva più volte dinanzi alla porta dei turchi ma spreca sempre. Però sta bene. Schieratelo.

Gabbiadini: altra occasione per lui da titolare. Qualche spunto da cui ripartire. La squadra crea tantissimo in attacco, volente o nolente segnerà. Sarri ci punterà e anche noi crediamo nella sua rinascita.

 –Insigne: può fare sicuramente di più e qualche segnale di rinascita c’è, vedi anche l’assist nel match contro la Juventus. Pace fatta col tecnico che lo invita a ritrovare il gol. Occhio a questi segnali!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy