Milan, è Ibrahimovic l’uomo Champions?

Milan, è Ibrahimovic l’uomo Champions?

“Si torna sempre dove si è stati bene”. E infatti, nella carriera di Ibrahimovic potrebbe ripresentarsi il Milan!

di Matteo Previderio

Un sogno, o forse un modo per puntare ancora più decisi alla Champions League. A circa due mesi dal mercato invernale, Zlatan Ibrahimovic ed il Milan sono un po’ più vicini.

La prima stagione in MLS non è andata come lo svedese si aspettava, almeno per quanto riguarda gli obiettivi di squadra. Infatti, i suoi Los Angeles Galaxy non sono riusciti a raggiungere il sesto posto, utile per qualificarsi alla fase finale del torneo. Tuttavia Zlatan, in 27 partite disputate è riuscito a realizzare ben 22 gol, secondo solo a Josef Martínez − sì, proprio lui, ovvero l’attaccante ex Torino − che di gol con la maglia dell’Atlanta ne ha fatti 31.

IBRA AL MILAN: LE CONDIZIONI

La trattativa c’è. La voglia di tornare nel nostro Campionato anche, ma purtroppo nulla è scontato. Sia l’attaccante che la società rossonera stanno facendo le proprie valutazioni. Il contratto con i Galaxy è in scadenza nel dicembre 2019, e la società ha già fatto sapere che è pronto un rinnovo che porterà lo svedese a finire la carriera in America. Ibra ha inoltre fatto sapere che in California si trova benissimo e che potrebbe tranquillamente proseguire l’avventura, soprattutto per riscattare questa stagione.

Il Milan dal canto suo sta valutando alcune alternative, ed una di queste porta al nome di un altro ex, ovvero Pato. I due hanno ben 8 anni di differenza, ed è proprio su questo che i rossoneri stanno concentrando le tante valutazioni. Ibrahimovic ha messo alle spalle il serio infortunio subito quando giocava al Manchester United, e i numeri di questa stagione sono una conferma, nonostante l’MLS non sia un campionato di primo livello. Il Milan vorrebbe intavolare una trattativa alla Beckham, con un prestito di 6 mesi. Questo consentirebbe a Ibrahimovic di poter tranquillamente tornare ai Galaxy, qualora i rossoneri non dovessero confermarlo dopo i 6 mesi.

Dunque, in questi due mesi scopriremo la soluzione che i dirigenti milanisti sceglieranno per migliorare la formazione. Il pareggio contro la Lazio, nonostante l’emergenza infortuni e squalifiche, ha candidato seriamente il Milan alla lotta per il quarto posto, e l’intervento sul mercato pare più che certo. Sicuramente il possibile ritorno di Ibra fa sognare, e non solo i tifosi rossoneri. Vedere un 4-3-1-2 con Suso, Higuain ed Ibrahimovic infatti, è una soluzione che affascina tutti i tifosi e gli amanti di questo sport, e la Serie A potrebbe guadagnarci in termini di visibilità e competitività.

È ancora presto per parlare e approfondire il tema su “Come cambia il Milan con Ibrahimovic”, ma speriamo di poterlo raccontare presto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy