Milan, Higuain: “Potrei giocare con Icardi e anche con Ibra…”

Milan, Higuain: “Potrei giocare con Icardi e anche con Ibra…”

Gonzalo Higuain carico per il derby: “Vinco il derby e porto il Milan in Champions”.

di Massimo Angelucci

Per Gonzalo Higuain è arrivato il momento della sua prima stracittadina milanese, del suo primo duello con l’attaccante nerazzurro Mauro Icardi. Il Pipita è esperto di derby calienti, ne ha giocati in Spagna, in Italia e in Argentina: “Tutti i derby hanno sempre qualcosa di particolare, sarà bello giocare anche quello di Milano. Giocare a Milano sarà bellissimo e assomiglia molto a quello di Madrid”.

LE DICHIARAZIONI DI HIGUAIN

Gonzalo carico per il derby: “Io cerco sempre di dare il meglio e di dare quello che vuole l’allenatore. Io mi sento bene e sto attraversando un buon momento di forma. Ci stiamo preparando bene per il derby, abbiamo la voglia di fare bene. Abbiamo voglia di vincere tutto quello a cui partecipiamo, Europa League , Coppa Italia e portare il Milan in Champions. Lo impone la storia. Un goal nel derby? Sarebbe straordinario ma l’importante è che vinca il Milan, non chi segna”.

Il rapporto con Gattuso: “Il mister mi piace molto, è uno che ti dice le cose in faccia e senti parlare uno che ama il calcio da cima a fondo. Lui sta cercando di tirare fuori il meglio da me, ho fatto la scelta giusta. Mi ricorda molto Sarri, che è l’allenatore con cui mi sono trovato meglio”.

Il duello Higuain – Icardi: “Con lui non parlo fuori dal campo di gioco ma dentro il campo è un grandissimo bomber, gli ruberei l’abilità nei colpi di testa e le tempistiche in area, è davvero un animale da goal. Potrei giocare con lui, io mi so adattare a tutti gli attaccanti. Ibrahimovic al Milan? Posso solo dire che a me piace giocare con i grandi attaccanti ed Ibra lo è“.

L’addio alla Juventus: “Non è stata una mia decisione, avevo la sensazione che qualcosa si fosse rotto dopo la finale di Coppa Italia. Hanno acquistato Cristiano Ronaldo perché volevano fare il salto di qualità e mi hanno detto che non potevo restare. Non ho rancori, alla Juventus mi hanno trattato benissimo. Sia i compagni che i tifosi mi hanno dato sempre grande affetto. Che prenderei alla Juve? La fase difensiva, loro fanno un goal e vincono la partita“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy