Milan, Gattuso: “Penso che Higuain abbia un problema alla schiena”

Milan, Gattuso: “Penso che Higuain abbia un problema alla schiena”

Il tecnico rossonero ha commentato la vittoria sul Dudelange soffermandosi sulle condizioni fisiche del bomber argentino e di alcuni dei suoi compagni.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby
higuain-milan

Il 5-2 guadagnato con fatica contro il Dudelange non ha soddisfatto pienamente Gennaro Gattuso, che nell’immediato post-gara ha rimproverato al suo Milan di non aver inizialmente tenuto in considerazione le qualità degli avversari e di aver letto male alcune situazioni di gioco. Fortunatamente però, alla fine i rossoneri sono riusciti a rimontare e a dilagare grazie alla caparbietà di alcuni singoli, come Çalhanoglu e Cutrone. Su quest’ultimo e su altri suoi compagni si è soffermato il tecnico rossonero, che non è propriamente convinto della forma fisica di Gonzalo Higuain.

LE PAROLE DI GATTUSO

Su Bertolacci e Mauri: “Mi è piaciuto Mauri, non volevo cambiare ieri ma all’inizio volevo farlo giocare titolare. Poi ho pensato che cambiare tre giocatori su quattro a centrocampo non è facile. So quello che mi può dare. Mi spiace che Bertolacci sia stato fischiato. Abbiamo bisogno di tutti”.

Su Higuain: “Ho parlato poco con lui oggi, ma secondo me gli dava fastidio la schiena. Non ha detto nulla ma ho avuto questa sensazione. Penso che avesse un piccolo problemino alla schiena, è stato bravo a stringere i denti. Ha bisogno di buone prestazioni, vive per il gol”.

Su Cutrone: “Deve continuare a segnare e migliorare a livello tecnico, ancora può migliorare e deve avere voglia di migliorarsi e di imparare. Il veleno negli ultimi sedici metri è da manuale ma può migliorare a livello tecnico”.

Sulle capacità di sofferenza del Milan: “Se vogliamo palleggiare con Laxalt facciamo fatica perché preferisce andare negli spazi, a differenza di Rodriguez. Oggi le catene non mi sono piaciute per come si sono mosse. Halilovic avrebbe potuto scaricare, ma portava sempre palla. Quando si pensa di palleggiare in maniera facile e non si riesce, si torna sempre dietro. Dobbiamo essere bravi anche a capire le qualità di chi scende in campo. Spesso leggiamo male queste situazioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy