Conferenza Milan – Montella: “Bacca o Lapadula? Meriterebbero di giocare entrambi. E su Suso…”

Il tecnico rossonero parla alla vigilia del match di domani pomeriggio contro il Pescara. Da Lapadula a Bacca, da Locatelli a Suso: vediamo gli spunti per il vostro Fantacalcio.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Il tecnico rossonero Vincenzo Montella parla alla vigilia dell’incontro di domani pomeriggio contro il Pescara di Zeman. Vediamo nella conferenza di Milanello gli spunti fantacalcistici più interessanti per la partita della 30a giornata della Serie A TIM.

MONTELLA SUI SINGOLI

Su Lapadula: “Meriterebbero di giocare sia Bacca che Lapadula. Lapa-Pescara? Non posso farmi prendere dall’emotività, devo pensare esclusivamente alla preparazione della partita“.

Sul rientro dei nazionali:Sono rientrati tutti bene, abbiamo recuperato anche Gomez. Ha fatto tutto l’allenamento. Sono da valutare giorno per giorno, ora per ora i giocatori come Honda, Bacca e Zapata che hanno fatto un viaggio oltreoceanico. Oggi hanno fatto tutto in gruppo“.

Su Locatelli:E’ stato credo due partite senza giocare, ha un ruolo particolare in mezzo al campo. Ha dimostrato di poter indossare la maglia del Milan. Domenica con il Genoa è stato messo nelle condizioni peggiori per giocare perchè è entrato a freddo dopo 2 minuti e perchè a livello ambientele anche rispetto a se stesso ha fatto una grande prestazione. Su di lui a volte c’è accanimento positivo come è giusto che sia e a volte accanimento negativo, come forse è giusto sia indossando la maglia del Milan“.

Sulle condizioni di Suso:Credo che possa allenarsi con la squadra all’inizio della prossima settimana ma è una mia sensazione e non voglio mettere pressioni sullo staff medico. Sono certo che questo riposo forzato gli abbia giovato per la fine della stagione.”

Su Montolivo: “E’ stato fermo a lungo e ci vorrà ancora qualche settimana“.

Sul futuro di Deulofeu: “Deulofeu sta facendo molto bene, il suo destino non può dipendere da me. Credo che nella scelta di un giocatore vada fatta una valutazione generale in base alle possibilità economiche, alle aspettative e alle ambizioni della società. Di conseguenza bisogna conoscere il mercato, che io non posso conoscere, rispetto al tipo di calciatore. E’ complesso costruire una squadra di calcio“.

MONTELLA TRA MILAN E PESCARA

Sulla formazione:Ho qualche dubbio questa settimana, più di qualche dubbio quindi potreste sbagliare la formazione“. Sul Milan che ha spesso avuto problemi dopo la sosta:Per la legge dei grandi numeri un po’ mi conforta (ride, ndr)“.

Sulle ultime prestazioni:Rispetto alle ultime settimane c’è stata più continuità e più possesso palla, ci dovrà essere più movimento senza palla e più attacco della profondità. Dobbiamo migliorare nella finalizzazione e nelle scelte negli ultimi 20 metri“.

Sull’aver utilizzato tutti i giocatori di movimento in rosa almeno una volta:Mi piace coinvolgere quasi tutti i calciatori, poichè se lo meritano. Credo che tutti se lo siano meritato, qualcuno sicuramente avrebbe potuto giocare un po’ di più, però tutti mi hanno sempre manifestato professionismo e attaccamento al gruppo“.

Sulle insidie della partita contro il Pescara:Quando abbiamo pensato e non solo internamente che sulla carta fosse facile, abbiamo fatto pessimi risultati come contro l’Udinese all’andata e al ritorno, penso alla Sampdoria al ritorno. Quando abbiamo avuto il calendario più difficile abbiamo fatto ottime cose. E’ una partita molto pericolosa, nelle ultime due settimane il Pescara ha potuto allenarsi per due settimane preparando questa partita. Domani serve l’atteggiamento da grande squadra e umile. Le squadre di Zeman sono capaci di tutto, è una partita fondamentale per inseguire l’Europa League. Sono convinto che la corsa all’Europa dipenda da noi“.

MONTELLA PARLA DEL MAESTRO ZEMAN

Su Zeman che ha detto che gli sarebbe piaciuto allenarlo:Ero alla Samp, consigliò lui il mio acquisto. Andai a Trigoria a fine campionato, dopo pochi giorni venne esonerato e mi ritrovai Capello allenatore. C’è un bel ricordo di questa vicinanza, mi ricordo che ero molto entusiasta di essere allenato da lui. Ha fatto le fortune di tantissimi attaccanti, pur avendo allenato tanti bravi attaccanti. E’ un maestro e talvolta non riesci a trovare l’antidoto. La partita di domani è molto pericolosa perchè hanno potuto preparare questa partita in due settimane quasi a completo regime“.

MONTELLA TRA EUROPA E OBIETTIVO INTER 

Sui punti che serviranno per entrare in Europa League:Ci sono anche tanti scontri diretti, molto dipenderà da questo. E’ presto per dire la quota di punti“.

Sulla pressione addosso:Le pressioni le avevo anche da giocatore quando giocavo contro il Milan perchè era probabile che perdessi. Non ho pressioni particolari, l’ambiente è sempre mentalizzato per vincere. Rispetto all’Inter? Non ho la smania di arrivare un punto davanti all’Inter, mi piacerebbe per molteplici motivazioni, anche quelle del tifoso che sarebbe particolarmente contento. Dobbiamo concentrarci e se sarà così sono certo che ce la faremo ad arrivare in Europa“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy